Carabinieri

Un 40enne di Paliano, già censito per reati contro la persona, il patrimonio, e destinatario di un provvedimento di avviso orale, è stato denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione di Paliano coordinati dal mar. Damiano Belloni.

Per l’uomo, l’accusa è di lesioni personali aggravate ed esplosioni pericolose in luogo pubblico: poche ore prima, in piazza XVII Martiri dove ha sede il palazzo del municipio di Paliano, un pallino di piombo vagante sparato presumibilmente da una carabina ad aria compressa si era conficcato nel setto nasale di un 65enne abitante poco distante, intento a passeggiare.

L’immediato sopralluogo da parte dei Carabinieri, che si sono avvalsi della preziosa collaborazione della Polizia locale, ha consentito di rinvenire sul posto altri tre pallini di piombo delle stesse dimensioni. Dalle testimonianze assunte in loco e seguendo la traiettoria del colpo esploso si è riusciti ad individuare il responsabile del pericoloso gesto, nei cui confronti è stata eseguita una perquisizione locale che portava al rinvenimento e sequestro di una carabina ad aria compressa con relativo munizionamento, in libera vendita.

L’uomo ferito, visitato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Colleferro, è stato giudicato guaribile in dieci giorni.