Anche Piglio, oltre a Filettino e a Falvaterra, fa parte dei comuni scelti da Poste Italiane nella provincia di Frosinone e nel Lazio,per presentare ai cittadini i temi della filatelia e della scrittura legati alle tradizioni e al patrimonio culturale della comunità. Nell’ambito di questo progetto, sono stati realizzati una cartolina con le immagini più rappresentative di Piglio e un annullo filatelico speciale.

Due prodotti filatelici dedicati sono stati realizzati in occasione della “Sagra dell’uva Cesanese del Piglio DOCG” che si è svolta oggi domenica 4 ottobre nella Sala Conciliare nella sede del Comune, in Via Umberto I, alla presenza del sindaco Mario Felli, del Prefetto di Frosinone, dott. Ignazio Portelli, del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio Mauro Buschini, di diversi sindaci dei comuni limitrofi e di alcuni rappresentanti aziendali.

L’iniziativa Filatelica è parte integrante del programma dei nuovi impegni per i Comuni italiani con meno di 5mila abitanti, annunciato lo scorso anno dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante, ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate.

“Piglio fa parte dei circa 400 Comuni del Lazio che hanno la possibilità di far conoscere le bellezze del proprio territorio – ha dichiarato Mario Felli – anche grazie alla preziosa iniziativa di Poste Italiane che realizzato l’annullo filatelico al fine di valorizzare gli angoli del nostro bellissimo borgo.

Ringrazio quindi Poste Italiane per questo evento che rafforza ancora di più l’ottimo rapporto professionale che da decenni intercorre con la nostra comunità e che contribuito alla sua crescita economica e sociale”.

L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

La realizzazione di tali impegni è consultabile sul sito web www.posteitaliane.it/piccoli-comuni.