Francesco Pompeo

Ci sarà anche la provincia di Frosinone al prestigioso convegno organizzato dalla Fondazione Dc di Gianfranco Rotondi, in programma nel prossimo fine settimana, dal 9 all’11 ottobre, a Saint Vincent.

Nella tre giorni dal titolo, “Laudato si’: la politica cristiana dal bianco al verde”, sarà presente il giovane Francesco Pompeo di Ferentino.

A cinque anni dall’enciclica di papa Francesco, la fondazione Dc esplorerà la possibilità di una collaborazione “per la terra” tra cattolici e laici.

Pompeo interverrà sabato 10, alle ore 11 nel corso del dibattito “Cattolici ed ecologisti, è l’ora di un’alleanza per la Terra?”, insieme a Elena Bonetti, Michela Vittoria Brambilla, Loredana De Petris, Gian Luca Galletti, Jacopo Mele, Fabio Melilli, Graziano Musella, Alfonso Pecorario Scanio, Stefania Prestigiacomo, Fabio Rampelli. Sono previste le conclusioni del ministro Sergio Costa. Un parterre di tutto rispetto, che vedrà negli altri momenti di confronto in programma la partecipazione, tra gli altri, di Paola Binetti, Angelo Bonelli, Annamaria Bernini, Bruno Tabacci, Renato Brunetta, Rocco Buttiglione, Paola De Micheli, Ettore Rosato, Maria Stella Gelmini

Sono previsti anche gli interventi di Silvio Berlusconi e del premier Giuseppe Conte.

“Una grandissima occasione per me – ha dichiarato Francesco Pompeo – avrò la possibilità di confrontarmi con personaggi delle istituzioni e del mondo politico attuale, portando alla loro attenzione la mia visione e quella dei. Soprattutto dalla nostra generazione deve arrivare la spinta alla tutela dell’ambiente, alla sua salvaguardia, alla definizione di un modello di sviluppo sostenibile, con politiche industriali green, fondate sul riciclo e riutilizzo dei materiali e su una forte spinta all’innovazione in campo agricolo. Ringrazio dell’opportunità concessa. Cercherò di evidenziare come questi temi sono essenziali anche per la mia provincia, quella di Frosinone, dove l’ambiente e la sua valorizzazione sono uno dei settori strategici sui quali intervenire per dare futuro a tanti giovani, a partire dalla Valle del Sacco”.