Carabinieri

Nella mattinata di ieri, ad Anagni, il personale della locale Stazione Carabinieri coordinata dal mar. Massimo Crescenzi ha denunciato in stato di libertà un 33enne residente in un Comune limitrofo, per guida in stato di ebrezza alcolica.

L’uomo, alcuni giorni fa, alla guida della propria autovettura, era rimasto coinvolto in un incidente stradale con un altro veicolo, sulla strada regionale Casilina.

Giunti sul posto per i soccorsi e per relazionare su quanto accaduti, i militari hanno proceduto agli accertamenti sanitari nei confronti di entrambi gli automobilisti allo scopo di verificarne le condizioni psicofisiche, all’esito dei quali il 33enne risultava avere un tasso alcolemico superiore al consentito.

Per quanto riguarda la Compagnia dei Carabinieri di Alatri, nella scorsa notte, i militari della locale Stazione, el corso di un predisposto servizio perlustrativo nel territorio di Fumone finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, giunti in una zona isolata del Comune hanno identificato e controllato un’autovettura con a bordo quattro persone, residenti in provincia di Roma e Latina, di età compresa tra i 29 ed i 48 anni, tutti già censiti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.

Ricorrendone i presupposti di legge, atteso che i prevenuti erano stati trovati nei pressi di obiettivi sensibili e non erano in grado di fornire i motivi della loro presenza sul posto, sono stati proposti per la misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Fumone per tre anni.

Analogamente a Fiuggi, i militari della locale Stazione Carabinieri, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, hanno identificato nei pressi di abitazioni isolate due uomini, rispettivamente di 42 e 22 anni, di nazionalità rumena, l’ultimo dei quali già censito per invasione di terreni, uso di atto falso e reati contro la persona, i quali si aggiravano nella zona periferica della città termale presso abitazioni isolate, senza nessun giustificato motivo. Anche nei loro confronti, ricorrendone i presupposti, è stata inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. con divieto di ritorno nel comune di Fiuggi per tre anni.

Nella mattinata odierna, a Veroli, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà una 21enne per il reato di lesioni ed omissione di soccorso.

Gli operanti lo scorso 1° ottobre, a seguito della denuncia presentata da uno studente 17enne del posto, il quale riferiva di esser stato investito in Isola del Liri, all’uscita di scuola, intraprendevano un’attività investigativa, basata in particolare sulle testimonianze di persone presenti al momento dei fatti. Al termine degli accertamenti, i militari appuravano che la 21enne in effetti lo scorso 30 settembre, mentre si trovava in Isola del Liri alla guida della propria auto, non avvedendosi del ragazzo che attraversava le strisce pedonali lo investiva, per poi continuare la marcia senza prestargli soccorso.

Il ragazzo se la cavava con alcune contusioni, mentre la prevenuta, individuata dai Carabinieri, veniva denunciata all’A.G..