L’anno 2020 rimarrà nella storia in quanto, per il protrarsi dell’emergenza sanitaria a seguito della pandemia da COVID-19, sono state annullate durante l’anno a Piglio ben 11 processioni per ragioni prudenziali tese unicamente a salvaguardare il bene primario della salute pubblica e, pertanto, anche i tradizionali festeggiamenti in onore della Madonna delle Rose del 30 ottobre subiranno un ridimensionamento.

E pensare, com’è a tutti noto, che ogni anno il 30 ottobre richiama a Piglio migliaia di persone anche dai paesi limitrofi in ricordo della guarigione dalla peste del 1656!

Allo stesso modo, sono annullate tutte le manifestazioni civili che abitualmente accompagnano lo svolgimento della festa religiosa, dalla processione alla consueta fiera del 31 Ottobre che tradizionalmente anima le strade cittadine.

Anche le celebrazioni religiose subiranno alcune importanti modifiche essendo annullata la tradizionale processione che vede ogni anno la statua della Madonna delle Rose uscire dalla Collegiata Santa Maria Assunta per far ritorno al Santuario a Lei dedicato percorrendo le storiche vie del Paese tra due ali di folla.

Verrà celebrata dal parroco don Gianni una Santa Messa alle ore 10,00 al Santuario della Madonna delle Rose secondo le norme in vigore e, per tutta la giornata di venerdì 30 ottobre, resterà aperto il santuario dove i fedeli potranno pregare e venerare la sacra immagine della Madre Santissima detta delle Rose in tutta sicurezza e nel rispetto del distanziamento sociale previsto.

La confraternita omonima si augura di poter tornare già il prossimo anno, Coronavirus permettendo, ad onorare la Madonna delle Rose, compatrona di Piglio, con tutto l’entusiasmo di sempre.

articolo a cura di Giorgio Alessandro Pacetti