Luca Fantini

Questa mattina – sabato 24 ottobre – il segretario provinciale del Partito Democratico Luca Fantini ha presentato ai media la nuova segreteria provinciale di Frosinone in una videoconferenza; vediamo quali sono le tematiche.

Le parole del segretario Luca Fantini: “nelle ultime settimane abbiamo considerato concluso un ciclo politico. Non è un caso che ho scelto di aspettare il passaggio delle elezioni amministrative, volevo che questo gruppo dirigente non fosse coinvolto nelle discussioni precedenti per avere tutta la tranquillità e la serenità necessarie per affrontare questa nuova fase politica. Con l’impennata dei contagi stanno aumentando anche le difficoltà per fronteggiare questa crisi sanitaria che sta creando grandissimi disagi e proteste, mi riferisco anche a quello che è successo a Napoli”.

Poi aggiunge: “il segretario Nicola Zingaretti ha sottolineato che il Pd ha dimostrato, non solo nella gestione dell’emergenza ma anche nella questione politica, di essere l’unico argine alle destre che invece hanno scelto la strada dei pregiudizi, noi invece abbiamo scelto la strada della coerenza e del buon governo. I risultati nelle regioni confermano ciò. Il Pd vuole essere un interlocutore serio e credibile per tutti i cittadini italiani, a maggior ragione nella situazione in cui ci troviamo oggi. Vogliamo essere il partito tra le persone non potendo essere presenti fisicamente (vista l’impossibilità della situazione corrente), e questa sarà la missione del nuovo gruppo dirigente. Essere presenti nel tessuto sociale con le nuove modalità, con le modalità online, sfruttando al massimo i social e tutti i mezzi che abbiamo a disposizione in questo periodo. E’ il momento di tornare a investire in maniera seria e diretta. Ringrazio tutto il gruppo dirigente del Pd perché siamo riusciti a confrontarci con grande chiarezza, siamo riusciti a intavolare discussioni serene e costruttive, rispettando anche vedute differenti. Teniamo presente che la priorità assoluta di tutti noi è l’unità del Partito Democratico. Non era un risultato scontato ma è il primo risultato a cui siamo pervenuti”.

Adesso comincia la nuova fase del Pd. Ho già annunciato che chiederò nelle prossime ore, di convocare un’assemblea con tutti i segretari di circolo del Partito Democratico, chiedendogli di convocare tutte le assemblee degli iscritti, coinvolgendo tutti nei nostri progetti: dall’iscritto ai rappresentanti nelle nostre istituzioni. Si faranno assemblee tematiche, gestite da diversi responsabili che coinvolgeranno i nostri corpi intermedi (consiglieri regionali, presidente della provincia) per affrontare tutti insieme le problematiche di questo periodo: sanità, questione del mondo del lavoro, della scuola ed università. Coinvolgeremo tutto ciò che si muove nella nostra società, quindi: le associazioni sindacali, l’associazionismo culturale, associazionismo di categoria, il mondo delle esperienze civiche. Con loro avranno inizio questi progetti di sviluppo, per fronteggiare soprattutto i prossimi mesi di crisi che saranno durissimi. Il Pd non vuole svolgere solo funzioni di governo, che già svolge con i propri rappresentanti, ma vuole svolgere anche funzione sociale, a cui dedicheremo tutte le energie nei prossimi mesi. Il gruppo dirigente che andiamo a nominare è un gruppo dirigente di cui io sono molto soddisfatto. Abbiamo posto l’accento su una rigenerazione politica, non solo generazionale ma di metodo, di contenuti e di approccio. All’interno di questa rigenerazione abbiamo sempre usato queste tre parole chiave: amministratori, donne e giovani. E’ un gruppo dirigente che mette insieme l’esperienza con il ruolo degli amministratori e con una buona dose di innovamento, proveniente in buona parte dall’organizzazione giovanile”.

Questo è l’elenco delle persone che segna l’inizio di questa nuova fase del partito: Carmelo Messore, vicesegretario; Martina Innocenzi, responsabile organizzazione e tesseramento del Pd; Stefano Carducci, coordinatore della segreteria; Francesca Cerquozzi, responsabile iniziativa politica e diritti; Giuseppina Bonaviri, responsabile innovazione, ricerca e politiche sociali; Alessandra Maggiani, responsabile lavoro, economia e welfare; Luigi Vecchi, responsabile agricoltura, logistica ed eventi; Domenico Alfieri, responsabile enti locali; Angelo Pizzutelli, responsabile sport; Barbara Di Lollo, responsabile cultura, turismo e politiche territoriali; Andrea Pro, responsabile politiche giovanili; Manuel Lecce, responsabile ambiente; Rachele Martino, responsabile associazionismo, volontariato e terzo settore; Alessandro Marino, responsabile Europa, fondi UE e politiche comunitarie; Valentino Abbate, responsabile scuola, università e radicamento territoriale; Antonello Iacobelli, responsabile trasporti, mobilità e infrastrutture; Luca Fantini, responsabile sanità e comunicazione.

Alla domanda riguardo quali saranno le novità rispetto al passato, soprattutto in ambito territoriale, prendendo come esempio le esperienze di Ceccano e Pontecorvo, il segretario provinciale risponde così: “non partiamo dal giudicare o meno quello che stato, inizia una fase nuova senza pregiudizi di alcun tipo. Daremo giusto spazio ai territori ma tracciamo anche delle rotte ben precise agli obiettivi che ci porremo. Le elezioni del prossimo anno saranno molto impegnative e l’obiettivo sarà quello di riconfermare il maggior numero di sindaci dove governiamo, andare a strappare le amministrazioni al centrodestra laddove siamo in minoranza e nei territori più grandi e complicati andare a costruire coalizioni di centrosinistra più larghe possibili e più credibili per i cittadini. Diventare perno politico, però bisognerà avere dei connotati politici ben chiari. C’è tutta la volontà da parte del Pd a tutti i livelli di costruire alleanze più forti possibili, che ovviamente deve trovarsi da entrambi i lati, da parte nostra c’è”.

Alla domanda: “quali sono i punti cardine di questa nuova dirigenza? Cosa può dirci riguardo i giovani?”, Fantini risponde così: “viviamo in una condizione in cui le giovani generazioni sono state demonizzate in diverse situazioni. Dai giovani penso sia passato un importante messaggio di responsabilità nei mesi scorsi. Ad oggi devono dimostrare ancora di più di dover essere pienamente consapevoli di quello che sta accadendo ma anche pienamente responsabili rispetto a questa situazione. Più che altro perché in ballo c’è il nostro e il loro futuro. Ma non ho alcun dubbio che saranno responsabili. Saranno una risorsa importantissima in questa emergenza e a loro dico di continuare così. Mentre gli obiettivi, o meglio, i punti cardine di questa segreteria sono: sanità, lavoro e scuola intesa anche come università. Questo fa parte dello scopo sociale del Pd, come detto in precedenza. Questo non solo per gli iscritti ma per tutti i cittadini”.

Infine, un cenno sulla questione della comunicazione digitale: “La questione della digitalizzazione sarà un tema centrale. Creeremo un dipartimento che si occuperà solo di comunicazione, anche sui social, che è una risorsa chiave per la comunicazione con i cittadini. Questo progetto partirà subito”. Riguardo i congressi risponde così: “Per quanto riguarda i congressi, aspetto burocratico, avverranno per mezzo di videoconferenze visto il periodo, per venire in contro alle esigenze, farò tutto quello che posso.”

Per quanto riguarda la provincia di Frosinone il segretario Fantini aggiunge: “dobbiamo parlare meno di candidature e parlare di più del progetto che abbiamo per quanto riguarda la città di Frosinone, bisogna costruire un programma credibile rispetto a tante scelte che non abbiamo sostenuto. Dobbiamo inoltre costruire una coalizione più larga possibile, come detto prima, per far sì che il centro sinistra torni a governare questa città, che tempo fa governavamo tanto bene. Si sceglierà la strada che ci renderà più credibili e più forti, coinvolgendo il mondo dell’associazionismo e del civismo, senza perdere la nostra identità politica. Abbiamo tante idee, tanti progetti per quanto riguarda la città di Frosinone, giorni fa ho svolto una riunione con il circolo del Pd di Frosinone, e so che faremo un percorso serio, concreto e credibile”.

GLI AUGURI DELLA CONSIGLIERA REGIONALE SARA BATTISTI

“Un augurio alla nuova Segreteria Provinciale del Partito Democratico di Frosinone da poco annunciata dal Segretario Luca Fantini. Sono giorni difficili, ma il segnale è giusto. La politica non può fermarsi e mai come ora il PD ha bisogno di una squadra rappresentativa dei territori con l’entusiasmo di chi sa che il futuro è tutto da costruire”.

Così in una nota la consigliera regionale del PD, Sara Battisti.

“Nel pieno di una pandemia mondiale bisogna riscrivere daccapo le regole della vita di ognuno di noi, garantendo ai cittadini i servizi essenziali, una sanità di eccellenza, crescita e sviluppo.
La nostra provincia è nel pieno di una rivoluzione che deve essere accompagnata da un partito all’altezza del momento storico, capace di interloquire con le forze produttive, sociali, con la rete dell’associazionismo.
Ai membri della Segreteria, rinnovata con il giusto mix di esperienze nuove, amministratori e dirigenti di lungo periodo, tutto il mio sostegno ma soprattutto – conclude – la disponibilità a lavorare insieme da subito”.

MAURO BUSCHINI, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO: BUON LAVORO A SEGRETERIA, PARTITO RITROVI FUNZIONE SOCIALE

“Complimenti al segretario Luca Fantini per aver messo in campo una squadra forte, autorevole e innovativa. Nella nuova segreteria sono presenti amministratori, giovani, personalità che si sono affermatI sul campo e sono convinto che questo nuovo gruppo dirigente saprà guidare il Partito democratico nelle sfide delicate che ci attendono in futuro. Quelle elettorali, ma anche quelle in cui deve emergere la funzione sociale che il Pd deve tornare ad esercitare, a partire da questa difficilissima crisi che stiamo attraversando”.

Lo dichiara in una nota il Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini.

“C’è preoccupazione, ma anche per questo è importante che una grande comunità come quella del Pd, così radicata sul territorio, aiuti i livelli istituzionali ad uscire da questa crisi devastante. Buon lavoro e un grande in bocca al lupo a tutti. Si apre una bella stagione per il Partito democratico”.

LE PAROLE DI LUIGI VECCHI, ATTIVISTA ANAGNINO NOMINATO RESPONSABILE AGRICOLTURA, LOGISTICA ED EVENTI

“Accolgo la mia nomina nella segreteria provinciale con orgoglio e senso di appartenenza ma nello stesso tempo con responsabilità e rispetto per il momento delicato che sta attraversando il nostro paese”, ha affermato Luigi Vecchi, giovane attivista anagnino.

Ha poi aggiunto Luigi: “sicuramente bisogna ripartire dalle nostre comunità; dobbiamo tornare all’ascolto continuo della gente, ripartire dal mondo della scuola, dalle fabbriche, tornare ad ascoltare chi negli ultimi anni non si è sentito più rappresentato da noi, i movimenti nati in questi anni, ne sono la prova”.

E, ancora: “basta con i personalismi: deve tornare al centro il nostro popolo che va messo al centro del progetto di ascolto e rilancio del partito.
Accetto la sfida perché conosco Luca dai tempi dei Giovani Democratici e so che con lui inizierà una nuova stagione dove tornerà protagonista il nostro territorio e l ascolto della gente”.

articolo a cura di Chiara Tarquini