In Italia i nuovi casi sono 4.619 nuovi casi; 39 i morti nelle ultime 24 ore. Effettuati 85mila tamponi

Su circa 14mila tamponi, un vero record per la domenica, oggi nel Lazio si registrano 395 casi, otto decessi (di cui cinque sono recuperi di notifiche) e 107 persone guarite.

A Frosinone e provincia si registrano trenta casi e si tratta di ventisette contatti di casi già noti e isolati e tre i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione

Si tratta di due cluster rilevati a Vallecorsa – scrive il giornalista Gianni Magni, direttore del quotidiano Frosinone Web – ciociari doc invece i sei registrati a Monte San Giovanni Campano di cui due sono stati ricoverati presso l’ospedale di Frosinone. Due casi ognuno per i comuni di Cassino, Boville Ernica, Ceccano, Sant’Elia Fiumerapido, Piglio e Veroli. Un solo caso si registra invece a Frosinone, Sora (ancora non caricati i 15 comunicati dal sindaco nella giornata di ieri), Ripi, Morolo, Patrica, Supino, San Giovanni Incarico, Anagni (ricoverato in ospedale), Fiuggi, Giuliano di Roma e san Giorgio a Liri”.

Situazione delicata ma sotto controllo ad Anagni, dove proprio questa mattina il sindaco Daniele Natalia, anche attraverso il nostro giornale, ha tenuto a comunicare che nella sede del Comune di Anagni una persona è risultata essere stata contagiata dal Covid19: “è in isolamento domiciliare e non presenta sintomi”, ha specificato il primo cittadino.

Allo stabilimento Grestone di Roccasecca, a causa di un accertato caso di Covid 19, il presidente del gruppo Saxa Gres Francesco Borgomeo ha decretato il blocco totale della produzione “per ragioni di sicurezza”.

Tre nuovi casi di Covid-19 anche a Paliano, con la novità positiva che tutti quelli comunicati precedentemente sono tornati ad essere negativi. Ecco il post del sindaco di Paliano Domenico Alfieri:

A Colleferro, il Sindaco Pierluigi Sanna con un posto ha informato la cittadinanza che il numero dei positivi in città è salito a 29 pazienti: “esprimiamo tutta la nostra vicinanza al/la paziente ed alla famiglia, in un momento di sofferenza come questo”, ha scritto in un post pubblicato su Facebook.

A Frosinone, il sindaco Nicola Ottaviani ha dichiarato guerra ai comportamenti irresponsabili: “l’amministrazione comunale di Frosinone – ha detto – sta continuando ad erogare servizi di assistenza alle persone che hanno ricevuto dichiarazioni di positività, rispetto al Covid-19, residenti sul territorio e, malgrado i numeri siano attualmente gestibili (25 casi attivi e 35 negativizzati), non possiamo permetterci il lusso di abbassare la guardia. Per questo motivo, non può essere tollerata l’assenza dell’uso delle mascherine, soprattutto a seguito delle decine di migliaia di presidi lavabili e riutilizzabili distribuiti gratuitamente alla popolazione. Rispettare alcuni precetti minimi di carattere sanitario significa avere rispetto per la propria vita, oltre che per quella degli altri e, in questo senso, gli uomini della polizia municipale non potranno certamente evitare, nel caso, le opportune sanzioni”.

AD Alatri, segnalato il secondo caso di infezione da Sars-Cov2 per un’alunna della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Egnazio Danti”. Tutte le procedure previste dai nuovi protocolli ASL Frosinone sono stati messi in atto fin da ieri, quando la dirigente è stata informata e allertata dal personale ASL.

“E’ in corso una riorganizzazione della rete ospedaliera per rispondere all’andamento della curva epidemiologica – afferma oggi l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato – finora l’attività di tracciamento e l’assistenza ospedaliera stanno consentendo di avere l’epidemia sotto controllo e con uno dei più bassi tassi di letalità a livello nazionale. Ma ora non bisogna abbassare l’attenzione e rispettare le regole del distanziamento”.