Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, la cui firma era inizialmente prevista il prossimo 15 ottobre, potrebbe invece essere emanato già domani, lunedì 12 ottobre, in considerazione dell’aggravarsi della situazione legata alla diffusione del virus.

Tra le nuove misure, ritenute indispensabili ad evitare che la situazione finisca fuori controllo, lo stop al calcetto tra amici e a tutti gli sport di contatto a livello amatoriale; non più di trenta persone a feste private e banchetti; bar e ristoranti chiusi entro mezzanotte; divieto di sostare – a partire dalle 21.00 – davanti ai locali; misure per far funzionare in maniera più celere ed efficace il sistema dei tamponi. I divieti, inoltre, potrebbero riguardare anche gli incontri nelle abitazioni private.

Per quanto riguarda i trasporti pubblici, è previsto (ma non confermato, per ora) il potenziamento dei controlli sul rispetto delle regole mantenendo la distanza sia per chi sta seduto che per chi viaggia in piedi.

Confermata, infine, la raccomandazione alle aziende per incentivare lo smart-working. La limitazione dei contatti tra le persone che lavorano negli uffici è, infatti, tra i punti più importanti, prevedendo l’esclusione soltanto per chi in stanza da solo.