Nella scorsa serata i Carabinieri della Compagnia di Frosinone hanno effettuato un servizio straordinario per il controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati predatori in genere, nel corso del quale, i militari della Stazione CC di Ceccano, hanno deferito un 19enne del posto poiché, controllato in quel centro e sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso di circa 1 grammo di hashish per uso personale.

Lo stupefacente è stato posto sotto sequestro amministrativo. Nel corso del servizio venivano identificate 35 persone, controllati 27 automezzi ed un esercizio commerciale, i cui avventori risultavano tutti muniti dei prescritti dispositivi di protezione e contestata una infrazione al C.d.S. per violazione alle norme di comportamento art.192 Co.1 e 6, per non essersi fermato all’alt rivoltogli dai militari operanti nelle prescritte modalità.

Nell’ambito della medesima operazione di servizio i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Frosinone hanno notificato un ordine di applicazione della misura cautelare in carcere, emesso dal Tribunale di Frosinone, nei confronti di un 40enne di Alatri  sottoposto al divieto di dimora in quel Comune, già censito per reati contro il patrimonio e la persona.

I militari operanti notavano e controllavano l’uomo  mentre percorreva a piedi una del capoluogo e, a seguito degli accertamenti effettuati, emergeva che a carico del 40enne pendeva un aggravamento della misura cautelare in atto con quella della custodia cautelare in carcere per i reati di “estorsione e atti persecutori, reati commessi nel 2018 in Alatri nei confronti dei genitori. L’arrestato veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Roma “Regina Coeli”, così come disposto dall’A.G..