“Alla Azzolina, per aver scoperto il gusto della fatica, nell’agricoltura”: questa la scritta, evidentemente goliardica, che il primo cittadino di Frosinone avv. Nicola Ottaviani ha fatto ricamare sul “sudario” dato in dono, stamane – giovedì 8 ottobre – al Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina recatasi in visita all’istituto agrario di Frosinone per presiedere alle operazioni di vendemmia da parte degli studenti.

Oltre al sudario, il sindaco le ha anche consegnato una petizione nella quale ha ribadito la necessità della fornitura urgente dei banchi monoposto, ancora non effettuata per circa 1.000 unità all’interno delle scuole del capoluogo, evidenziando anche la opportunità, in ordine al rispetto del distanziamento interpersonale, dell’istituzione dei doppi turni scolastici, finanziando le ore aggiuntive del personale docente e non docente, attraverso le risorse del Recovery Fund.

Il sindaco Ottaviani, alle domande dei giornalisti relative al dono del sudario, ha risposto laconicamente: “alcune volte, la forma e la sostanza ruotano attorno alle virgole. Del resto, la scuola, in questo momento, ha bisogno di risorse straordinarie, e non si può accontentare di briciole finanziarie”.