il momento della firma

Una data storica, quella di oggi – lunedì 5 ottobre – per il piccolo Comune di Filettino e per i filettinesi: è stato infatti sottoscritto l’atto di formale di devoluzione del patrimonio residuo del consorzio Campo Staffi a favore dello stesso ente locale.

Un risultato importante dunque quello portato a casa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Taurisano che, dopo due anni di intenso lavoro, è riuscita a dipanare l’intricata matassa e a raccoglierne, finalmente, il filo.

Gianni Taurisano, sindaco di Filettino

“Questo atto è il fondamentale punto di arrivo che consentirà il rilancio della famosa stazione sciistica – spiega in una nota inviata a questa redazione il primo cittadino Gianni Taurisano – desidero ringraziare in primis il capo di Gabinetto del presidente della Regione Lazio Albino Ruberti che si è adoperato per la definizione dell’accordo tra gli ex consorziati e per il discarico della cartella esattoriale; tutti i professionisti che a vario titolo hanno contribuito alla predisposizione e stesura degli atti tra cui il liquidatore del consorzio dott. Oreste Cambise, gli avvocati Davide Baldassarre, Antonio Giovannoni e Maurizio Dell’Unto, i tecnici arch. Anna Maria Campagna e la geom. Loredana Ranalletta“.

Ha poi aggiunto il sindaco Gianni Taurisano: “la nostra amministrazione ha sempre avuto a cuore lo sviluppo ed il rilancio di Campo Staffi, oltre a tutti gli impegni assunti nel programma elettorale. E’ stato elaborato il progetto di massima per la rivalutazione e razionalizzazione della stazione sciistica dove delle otto seggiovie e sciovie esistenti, ne sono rimaste attive solo due. Infine, è stato redatto il nuovo bando per l’affidamento della prossima gestione in concessione, che a breve sarà pubblicato”.