Nella scorsa notte a Fiuggi, i militari della locale Stazione nel corso di servizio perlustrativo hanno proceduto al controllo di un’autovettura notata nei pressi di obiettivi sensibili con alla guida un 61enne (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio) ed un 35enne (già censito per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti), entrambi residenti nella provincia di Salerno.

Nel corso del controllo, a seguito di perquisizione e veicolare, il 61enne è stato trovato in possesso di una scatola contenente 70 pasticche di oxandrolone, farmaco anabolizzante privo del marchio dell’Agenzia Nazionale Italiana del Farmaco, di conseguenza illegalmente introdotto in Italia ed illegalmente detenuto.

Espletate le formalità di rito, a carico di entrambi che non hanno fornito una valida giustificazione circa la loro presenza nella citta termale, è stata avanzata la proposta per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per tre anni nel Comune di Fiuggi, mentre il 61enne è stato altresì denunciato in stato di libertà per ricettazione ed il farmaco trovato in suo possesso è stato sottoposto a sequestro

Sempre ieri, a Veroli, i militari del NORM della Compagnia di Alatri hanno deferito in stato di libertà per rifiuto dell’accertamento sullo stato di ebbrezza alcolica o guida sotto l’influenza di stupefacenti, un 25enne del luogo (già censito per reati in materia di stupefacenti ed invasione di terreni). Il giovane, controllato alla guida di autovettura, si è presentato in evidente stato di alterazione psicofisica pertanto veniva invitato a sottoporsi ai relativi accertamenti che rifiutava;

A Fumone, ieri, i militari del NORM della Compagnia di Alatri sono intervenuti su richiesta di una donna la quale riferiva che il suo ex compagno (già sottoposto a misura cautelare emessa dal Tribunale di Frosinone con la quale gli veniva imposto il divieto di dimora nel Comune di Fumone nonché il divieto di avvicinamento a meno di 500 metri dall’abitazione della sua ex convivente), si era recato presso la sua abitazione minacciandola e percuotendola per futili motivi.

Gli operanti ricevuta la notizia si sono attivati ed hanno rintracciato l’uomo, nei pressi della casa della donna, mentre era alla guida di un’autovettura. Lo stesso, 39enne cittadino romeno residente a Ferentino (già censito per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti), al momento del controllo versava in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta verosimilmente all’assunzione di alcol o sostanze stupefacenti pertanto veniva invitato a sottoposti ai relativi accertamenti che rifiutava.

Espletate le formalità di rito il predetto è stato deferito in stato di libertà per percosse, minacce, violazione del divieto di avvicinamento emesso dal Tribunale di Frosinone nonché per il rifiuto di sottoporsi ad accertamenti tendenti ad verificare la sua condizione psicofisica.