Nella giornata di ieri, ad Alatri, i militari della locale Stazione Carabinieri al termine di un’attività info-investigativa intrapresa lo scorso 14 luglio, all’atto della denuncia presentata da una 47enne del luogo, hanno denunciato in stato di libertà un 22enne crotonese (già censito per reati contro il patrimonio), per il reato di truffa.

La donna, con l’inizio dell’estate, aveva individuato su un sito Web una piscina ed aveva contattato il numero telefonico riportato nell’inserzione. Dopo aver preso accordi con l’uomo che le aveva risposto al cellulare, ha effettuato un bonifico di euro 1500 in favore di un IBAN bancario estero indicatole dal giovane, a saldo della spesa.

Al trascorrere di alcune settimane, in considerazione del fatto che la piscina non le veniva recapitata, la vittima si è rivolta ai Carabinieri, i quali anche mediante verifica dei tabulati telefonici hanno accertato che il denunciato non solo era l’intestatario dell’utenza telefonica utilizzata per la compravendita ma anche la persona avente in uso il relativo telefono all’epoca dei fatti.