Nel pomeriggio di ieri, a San Giorgio a Liri, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato tre donne della provincia di Salerno – una 28enne, una 23enne ed una 19enne – tutte già censite per reati contro il patrimonio, perché responsabili di furto aggravato.

I militari, su richiesta effettuata dalla centrale operativa, sono subito intervenuti nelle adiacenze di un supermercato del posto in quanto segnalata la presenza di un’auto con a bordo tre donne, le quali avevano appena fatto razzìa di prodotti alimentari, dileguandosi.

Intercettata l’utilitaria, i Carabinieri – dopo un breve inseguimento – sono riusciti a bloccarla lungo la SR 630. La successiva perquisizione del veicolo su cui viaggiavano ha consentito di di rinvenire in alcuni zaini e nel cofano circa 200 scatolette di tonno, sei forme di parmigiano e numerose bottiglie di alcolici, per un valore complessivo di euro 850 circa.

Alla richiesta di mostrare gli scontrini relativi agli acquisti, le tre rispondevano di averli buttati, circostanza smentita dalle immagini estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza presenti nell’attività. Gli ulteriori accertamenti hanno consentito di appurare altresì che una parte dei generi alimentari era stata asportata presso un altro esercizio commerciale, ubicato a Formia. Tutta la refurtiva rinvenuta veniva pertanto restituita ai responsabili dei due negozi.

Al termine delle formalità di rito, le arrestate venivano ristrette presso le camere di sicurezza delle Compagnie di Pontecorvo e Cassino, in attesa del rito direttissimo. Per entrambe, inoltre, è stata avanzata la proposta della misura di prevenzione del Foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per anni tre nel comune di San Giorgio a Liri.