Due importanti interventi di interesse pubblico, il primo – già in corso da alcuni giorni – in via dello Spizzone e nella Circonvallazione sud, l’altro a poche centinaia di metri dal primo, in via San Magno. A realizzarli, dopo anni di attese, l’amministrazione comunale capitanata dal sindaco Daniele Natalia.

Per quanto riguarda gli interventi in via dello Spizzone e nella Circonvallazione sud, “nella prima fase il manto stradale era stato riportato al suo livello originario mentre ora si sta completando l’opera con la stesura del tappeto di finitura”, si legge in una nota inviata a questa redazione dall’ufficio Comunicazione del Comune di Anagni.

“Successivamente – è scritto ancora nella nota – si provvederà al rifacimento completo della segnaletica orizzontale lungo il tratto stradale interessato dai lavori”.

“Grazie all’Ufficio Tecnico comunale e quanti si sono impegnati per la realizzazione di questi lavori – hanno affermato il sindaco di Anagni Daniele Natalia e il consigliere subdelegato alla Manutenzione Alessandro Cardinali: “questa del rifacimento del manto stradale lungo il tratto Via Circonvallazione-Via dello Spizzone era un’opera attesa da tanto, ma sarà solo il primo di una serie di lavori della stessa tipologia che sono in programmazione e che riguarderanno le strade più ammalorate del territorio comunale”.

Un altro importante intervento, come dicevamo attesissimo dalla cittadinanza, riguarda l’accensione dei lampioni in via San Magno che collega il centro cittadino con il popoloso quartiere periferico di Osteria della Fontana e con gli impianti sportivi cittadini.

“Da circa un trentennio, cioè dall’epoca dello sviluppo urbanistico di quella zona della città, i residenti, e le tante persone che, sia in macchina che a piedi, si recavano presso gli impianti sportivi chiedevano che fosse installato un impianto di pubblica illuminazione lungo la strada”, è scritto sulla nota inviata a questa redazione dall’ufficio Comunicazione del Comune di Anagni.

“Aver letteralmente portato la luce in Via San Magno era un atto dovuto per i cittadini e che finalmente l’amministrazione ha realizzato”, spiega il sindaco Daniele Natalia che non risparmia ringraziamenti al vicesindaco ed assessore all’urbanistica, con delega anche alla pubblica illuminazione, Vittorio D’Ercole e del caposettore dell’Urbanistica, l’architetto Vincenzo Maia, grazie ai quali – spiega il primo cittadino “si è potuto raggiungere questo atteso risultato”.

Aggiunge, poi, il sindaco: “questo è uno dei primi progetti per l’illuminazione pubblica che viene realizzato, ce ne sono altri in programma e che partiranno a breve. L’illuminazione di Via San Magno è stato uno dei primi dossier sul tavolo dell’Amministrazione fin dal 2018 ed oggi è con gioia che posso annunciare “missione compiuta! Altro impegno mantenuto”.

L’assessore Vittorio D’Ercole entra nel dettaglio tecnico e spiega: “l’installazione di un impianto d’illuminazione, specie se lungo un asse viario particolarmente frequentato, non riguarda solo l’aspetto estetico ma, prioritariamente, quello della sicurezza stradale. L’illuminazione riduce drasticamente il rischio di incidenti. In Via San Magno sono stati installati pali a “resistenza passiva” che, nel malaugurato caso in cui un’automobile andasse contro il lampione, il palo non arrecherebbe danni al veicolo e, cosa più importante, al conducente ed agli eventuali passeggeri. La realizzazione dei pali in alluminio completamente riciclato, risponde al progetto di economia circolare, fondamentale per lo sviluppo economico e per la salvaguardia dell’ambiente“.