il Comune di Colleferro

A pochi giorni dalla chiamata alle urne per i cittadini di Colleferro, anagnia.com ha porto qualche domanda al candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Daniele Capuano. Ecco cosa ci ha risposto.

Daniele Capuano

La decisione di scendere in campo, perché?
Io e la mia lista abbiamo deciso di scendere in campo per poter offrire ai cittadini di Colleferro la possibilità di poter votare per il Movimento 5 Stelle. Con il nostro Meetup siamo stati sempre presenti, il rapporto con la cittadinanza non è mai venuto meno, conosciamo a fondo le problematiche e le necessità di Colleferro. Ci riteniamo in grado, quindi, di saper rispondere alle esigenze dei nostri concittadini.

A chi intende rivolgere il suo appello elettorale?
A tutti, molto semplicemente. Durante la stesura del programma elettorale, ci siamo prefissati di apportare miglioramenti nella vita di tutti i Colleferrini, nessuno escluso. Vogliamo che la nostra sia una politica di inclusione, che sappia guardare a chiunque.

Perché votarla?
Perché, insieme alla mia squadra, rappresento una novità. A differenza degli altri candidati, noi ci schieriamo senza liste d’appoggio. I nomi della mia squadra appartengono a cittadini comuni, che vivono quotidianamente la realtà cittadina e che quindi, mettendo a disposizione il proprio tempo libero, possono permettersi un attivismo costante all’interno della comunità.

Novità inedite che intende portare a Colleferro e che potrebbero calamitare gli elettori e perché?

Con il nostro programma cerchiamo di non promettere nulla di impossibile o di attirare l’attenzione dell’elettore con argomentazioni sensazionalistiche e scenografiche. Abbiamo messo insieme degli obiettivi che possono essere realizzati concretamente e che sono la risposta alle reali esigenze di una città a misura d’uomo. Una novità assolutamente inedita, quindi!

Primo atto da sindaco?
Mi impegnerei affinché tutti i punti del programma vengano rispettati nell’immediato. Sicuramente, una delle primissime questioni di cui mi occuperò, sarà la lettura e la ridefinizione degli atti costitutivi del consorzio Minerva, cercando di fornire un’informazione più dettagliata su una realtà così importante per i servizi alla cittadinanza.

Vuole aggiungere altro in chiusura?
Credo che in questo preciso momento storico, con tutto ciò che è successo negli ultimi mesi, sia necessario optare per un cambiamento che sia tangibile e concreto, proprio ciò che viene proposto dal nostro programma e dall’impegno che tutti noi stiamo cercando di mettere in atto. Per questo motivo, il voto al Movimento 5 stelle è davvero un voto che serve a “voltare pagina”!