Il 14 settembre 2020 i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Veroli, interevenuti per un incendio boschivo sviluppatosi in Comune di Veroli su terreni coperti da uliveti, nell’immediatezza dell’evento riuscivano ad individuarne il presunto autore.

L’uomo, mentre era intento nell’operazione di bruciare alcuni residui vegetali derivanti da lavorazioni agricole, vedeva sfuggirgli il controllo delle fiamme che si propagavano così negli uliveti limitrofi. Per tale condotta il soggetto è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di incendio boschivo colposo.

Nel periodo di massimo rischio incendi, ossia dal 15 giugno al 30 settembre, è fatto divieto assoluto di bruciare qualsiasi tipo di materiale vegetale. I trasgressori, oltre al rischio di causare incendi, come è avvenuto in questo caso, sono soggetti alle sanzioni penali ed amministrative previste dalla legge.