Quante persone ancora riunite per Willy… In questa mite serata di fine estate, la comunità palianese si è ritrovata di nuovo fisicamente vicina alla famiglia Monteiro Duarte.

Alle ore 21:00, in Piazza Aldo Moro, nel cuore del centro storico di Paliano, il sindaco Domenico Alfieri ha ufficialmente fatto scoprire il murale ispirato a Willy, realizzato dall’artista Ozmo, uno dei pionieri e più importanti esponenti della street-art in Italia.

L’iniziativa, promossa dalla rivista Vanity Fair, è nata per trarre un senso di speranza da questa tragica vicenda: “l’Arte, la Letteratura, la Cultura devono dare quella luce, quella speranza per il futuro, contro l’odio, contro l’intolleranza, contro la violenza“; queste le parole pronunciate dal direttore della rivista Simone Marchetti, presente all’evento.

A calare il telo dal dipinto sono stati gli amici di Willy, tra applausi e lacrime delle tante persone accorse. Il sindaco Domenico Alfieri ha annunciato che nella mattinata di domani – mercoledì 16 settembre – presenterà in Consiglio comunale la proposta di rinominare il Parco del Cappuccini a Willy, come un altro segno indelebile della sua presenza, del suo sorriso, della sua vita seppur spezzata ma che non verrà mai dimenticata.

Il Parco è il luogo dove il ragazzo è cresciuto. La famiglia di Willy, le Istituzioni, l’intera comunità di Paliano chiedono solamente giustizia: ciò che si respira vagando tra le vie del paese è un placido dolore, quasi silenzioso, è quella ammirevole compostezza ed educazione della famiglia Montiero Duarte che anche se immersa nel dolore più grande, non grida all’odio. Ancora una lanterna raggiunge Willy nel cielo.

articolo, foto e video a cura di Laura Fantini