L’iniziativa, promossa dalla rivista Vanity Fair, ha richiesto un intenso weekend di lavoro, impegnando Ozmo e la sua squadra in un’opera dal grande impatto visivo, emozionale e sociale, essendo Largo Aldo Moro non solo uno dei maggiori punti di passaggio del centro storico, ma un luogo di aggregazione per ogni età, in cui ogni giorno si soffermano bambini, famiglie, ragazzi e anziani.

«Questo murale – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – rappresenta l’ennesima testimonianza della vicinanza della comunità di Paliano alla famiglia e agli amici di Willy. L’esempio di questo splendido ragazzo, del suo coraggio e del suo altruismo, resterà per tutti una bussola imprescindibile per il nostro futuro. Ringrazio Ozmo per aver contribuito con la sua arte a conservare vivo il ricordo di Willy e alla rivista Vanity Fair per aver dimostrato un’estrema sensibilità di fronte alla tragedia che ci ha colpito».

«Ozmo è uno dei pionieri e più importanti esponenti della street art in Italia, e nel tempo si è affermato come artista a tutto tondo nel campo dell’arte contemporanea. I suoi lavori sono carichi di significato, mai banali, in piena sintonia con le architetture e le passioni che animano i luoghi che sceglie come teatro dei propri lavori. Quest’opera manterrà legato Willy alla nostra comunità grazie al linguaggio universale dell’arte». Queste le parole dell’assessore alla Cultura, Valentina Adiutori.