Fiuggi

“In un momento di grande confusione, in cui l’Amministrazione Baccarini non riesce a tracciare una rotta per il turismo e non solo, anche la proposta più sgangherata può essere accolta con interesse, pur trattandosi di idea non nuova e sopratutto pericolosamente improvvisata”; ne sono convinti i rappresentanti di Fiuggi Civica, in primis l’ex primo cittadino Fabrizio Martini, al quale si deve la nota che qui di seguito pubblichiamo.

“Non ha alcun senso parlare di Parco Avventura nel bosco pubblico comunale del Quarto d’Anagni, quando si ha la necessità di individuare nuove fonti di ricavo per la Fonte Anticolana, già dotata di molti servizi indispensabili a supporto di una struttura del genere (bagni, parcheggio, ecc.).

Nel 2016 infatti ne era già stata commissionata la realizzazione, con costi previsti per 110.000 euro, disegnando tre percorsi acrobatici forestali per bambini, ragazzi e adulti; ma ci si dovette fermare perché sopraggiunsero sentenze di lavoro molto onerose contro ATF.

L’area interessata doveva essere quella retrostante e laterale al Teatro, oggi praticamente inutilizzata, dove si poteva facilmente attrezzare uno spazio adeguato per la ristorazione. Manteniamo quindi la concretezza che serve nell’avanzare queste proposte, utilizziamo quanto già ideato e sopratutto inseriamo ogni nuova realizzazione in un più ampio piano strategico per il riposizionamento turistico: qualunque iniziativa scoordinata e mal costruita rischia solo di generare sperpero di risorse e ulteriori fallimenti”.