“Questa riunione è un punto fermo perché vogliamo chiarire gli scenari che si stanno configurando e avere garanzie per i lavoratori e certezze per il loro futuro – ha affermato il presidente Mauro Buschini – C’è la massima disponibilità da parte della Regione Lazio per risolvere la questione che riguarda Fiuggi, e per questo accogliamo con favore la richiesta da parte dei sindacati di aprire un tavolo con l’azienda e il Comune che ospiteremo qui alla Pisana”.

Le preoccupazioni dei sindacati si concentrano sul processo di privatizzazione e l’ipotesi di spacchettamento degli asset aziendali: “Chiediamo che la cabina di regia possa creare un raccordo tra le amministrazioni locali e l’azienda – ha spiegato Giovanni Gioia, segretario generale della Filcams Cgil Frosinone e Latina –  e chiediamo che l’ATF rimanga così com’è salvaguardando i livelli occupazionali. Chiediamo inoltre che venga affrontato il problema relativo ai lavoratori stagionali con la garanzia di tre mensilità piene di occupazione”.

“Affrontare la questione Fiuggi – ha aggiunto Anselmo Briganti, segretario generale Cgil Frosinone e Latina – significa dare una prospettiva al territorio: il tavolo di concertazione servirebbe anche a mettere in campo una seria azione di programma che riguarda azienda e indotto, non solo quindi imbottigliamento, ma anche la parte termale e il settore legato al Golf. Dobbiamo dare una prospettiva, e su questo come Cgil Cisl e Uil ci siamo: altrimenti si tratta solo di pillole di ossigeno che durano un tempo limitato”.

“La richiesta delle sigle sindacali per la costituzione un tavolo di concertazione tra Regione, Comune di Fiuggi e ATF è in linea con quanto già previsto nella riunione tenutasi il 24 luglio a Roma insieme all’assessore regionale alle Attività Produttive, Paolo Orneli, alla presenza del Sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini, durante il quale si è deciso l’iter per la sottoscrizione di un accordo di programma per il rinnovo delle concessioni minerarie, dato il processo di privatizzazione di ATF – ha spiegato la consigliera regionale del Pd, Sara Battisti – Proprio in quella sede abbiamo come Regione ribadito l’importanza strategica della città di Fiuggi in un’ottica di rilancio turistico provinciale e regionale. Durante quell’incontro la Regione Lazio ha chiesto la massima condivisione del percorso verso la privatizzazione, nei passaggi e negli atti necessari, sia con le opposizioni che con le sigle sindacali e con le categorie economiche della città.

È intenzione della Regione infatti costruire le condizioni di una partecipazione ampia e di una consapevolezza di tutta la comunità in questo passaggio così importante. L’incontro di oggi va in quest’ottica perché per noi la tutela dei livelli occupazionali è fondamentale come dei quanti hanno garantito in anni di estrema difficoltà alla nostra città preservare la sua vocazione turistica.

”Piena disponibilità al confronto anche da parte dell’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio, per affrontare con un ragionamento complessivo la questione delle tutele per i lavoratori, l’utilizzo degli ammortizzatori sociali e capire attraverso un’analisi tecnica quali valutazioni porre per il futuro dei lavoratori e dell’azienda.All’incontro hanno preso parte anche Daniele Severa (Rsa ATF Filcams Cgil), Matilde Principia (Rsa Uil Tucs ATF), Pasquale Legnante (Segretario Cisl Frosinone). Concordi sull’utilità di un confronto franco con l’ATF, si sono espressi anche Luigi Canali, segretario generale Uil Tucs Frosinone, e Gabriele Cipolla, segretario Fai Cisl Frosinone.