Sono due le persone alle quali i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone hanno notificato l’avviso all’indagato della conclusione delle indagini preliminari (art. 415 bis c.p.p.) emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone.

I due – T.D. classe 1969 e G.L.M. classe 1975, entrambi residenti a Ceccano e entrambi gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio – sono ritenuti responsabili del reato di occultamento di cadavere in concorso.

Le indagini condotte dal Reparto hanno consentito di appurare che i due, tra il 19 e il 21 maggio scorso, a seguito del decesso di Marcello Pisa, avvenuto presso l’appartamento del T.D. a seguito di volontaria poli\assunzione di diverse sostanze psicotrope in dosi massive, hanno mantenuto il corpo del defunto all’interno dell’abitazione per oltre 48 ore, trascorse le quali lo hanno collocato all’interno di un carrello di metallo per la spesa coprendolo con coperte e parti di mobili ed abbandonandolo in un parcheggio situato a circa cento metri dal domicilio.

Le risultanze investigative sono state altresì suffragate dall’acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali ubicati nei pressi del luogo del ritrovamento del cadavere.