Donare astucci, penne, pennarelli, quaderni, raccoglitori e altro materiale di cancelleria a chi non può acquistarlo, in vista della prossima riapertura delle scuole. Una bella iniziativa, quella promossa da Gioventù Nazionale Ferentino dimostra, che da una situazione di emergenza come quella che abbiamo vissuto fino a poco tempo possono nascere nuove opportunità e attenzioni verso chi è più in difficoltà.

“Il nuovo anno scolastico sta per iniziare tra tante incertezze e poche costanti, il nostro pensiero non può non andare alle tante famiglie, che per acquistare libri e altro materiale scolastico, dovranno fare molti sacrifici, specialmente in questo anno così particolare, contraddistinto da un problematico rientro presso i vari istituti”, spiega Claudia Angelisanti, presidente di Gioventù Nazionale Ferentino.

Claudia Angelisanti

Che aggiunge: “si parla troppo spesso del problema scolastico concentrandosi sulle strutture, sui vari collaboratori e insegnanti, dimenticandosi però del nucleo fondante che compone il sistema scolastico, in prims i bambini e in secundis i ragazzi, su cui dobbiamo maggiormente concentrarci, poiché questi ultimi rappresentano il nostro futuro, i quali con il nostro aiuto, saranno in grado di scrivere le pagine del futuro italiano“.

Prosegue, poi, la Angelisanti: “il nostro impegno è quello di organizzare dei punti di raccolta di materiale scolastico e prodotti di cancelleria da donare a chi ne ha più bisogno. Sono infatti tre le cartolibrerie presenti sul territorio di Ferentino ad aver aderito al progetto solidale: la Cartolibreria Collalti in via XX settembre n.26; la Cartolibreria Fiorini in via Casilina n.72 e la Cartolibreria Brav Servizi in via SS. Filippo e Giacomo. Qui, chiunque vorrà, potrà lasciare un piccolo contributo o ricevere informazioni per richieste di ausilio. L’obiettivo di tale raccolta mira ad eliminare le differenze socio-economiche tra i più piccoli e non solo, che si sono manifestate in maniera ancora più evidente, purtroppo, in questo funesto anno”.