Questa mattina, in un’area periferica sita nel territorio del Comune di Anagni, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Anagni hanno sorpreso un uomo di 60 anni, residente nella provincia di Napoli, intento alla cattura di uccelli mediante una trappola costituita da una rete orizzontale posizionata sul terreno e con due dispositivi acustici ad uso richiamo.

Inoltre poco distante dalla rete veniva rinvenuta una gabbietta occultata, contenente quattro cardellini, che presentavano uno spago vincolante legato fra il capo e la zampa, utilizzati come richiami vivi.

I militari hanno sequestrato tutto il materiale posizionato per la cattura degli uccelli e denunciato l’autore del fatto all’Autorità Giudiziaria per i reati di uccellagione, utilizzo di richiami non consentiti e di maltrattamento animali.

I quattro cardellini sono stati liberati in natura direttamente sul posto. Continua l’azione di controllo dei Carabinieri Forestali finalizzata alla tutela della fauna selvatica ed al contrasto degli illeciti venatori.