Il Covid19 torna a fare capolino in provincia di Frosinone e nelle zone a sud di Roma; dopo il caso segnalato dal sindaco di Colleferro nei giorni scorsi, oggi è stata la volta del sindaco del Comune di Gavignano che ha informato la cittadinanza che una persona è risultata essere positiva al tampone del coronavirus e che attualmente si trova in isolamento domiciliare. “La persona sta bene – ha scritto il sindaco Ivan Ferrari su Facebook – esprimiamo tutta la nostra vicinanza e gli auguriamo una pronta guarigione”.

In totale, dieci sono le persone che invece sono risultate positive: la più giovane è una ragazza di 15 anni residente a Cassino, il più anziano un 49enne anche lui di Cassino.
Di questi otto sono di rientro, cinque con link da Sardegna, uno da Puglia, uno da Emilia-Romagna e uno da Veneto.

Gli altri contagiati sarebbero un 37enne di Frosinone, una 27enne di Anagni, un 23enne di Ceccano. “Altri positivi – come riporta il sito Web FrosinoneWeb diretto dal giornalista Gianni Magni – sono stati riscontrati a San Vittore (si tratterebbe di una dipendente comunale; il sindaco ha predisposto il tampone e la quarantena per tutti i dipendenti del Comune), Guarcino, Sgurgola, Monte San Giovanni Campano, Isola del Liri ed uno a Sora: tutti sarebbero asintomatici”. Ad Anagni, i casi confermati in realtà sarebbero due.

“Ho appreso dalla stampa che nel nostro Comune ci sarebbe un caso di persona rimasta contagiata dal Covid19 – ha dichiarato il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi – non ho però ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalla ASL di Frosinone; ho comunque chiesto ad un medico che opera nel nostro territorio e mi ha confermato che la notizia corrisponde al vero“.