Un doveroso tributo di riconoscenza alla memoria di quei valorosi, per tanta parte operai e contadini, che combatterono e caddero fino al raggiungimento della Vittoria e un omaggio ai valori che esaltano non la guerra ma la profonda umanità del sacrificio, dell’eroismo e della dedizione, che sono sentimenti eterni: è così che Acuto ha ricordato ieri – venerdì 21 agosto – i suoi Caduti nella Prima Guerra Mondiale attraverso la presentazione del libro realizzato dal Comune di Acuto e dall’I.I.S. “G. Marconi” di Anagni nell’ambito del progetto “La Grande Guerra” coordinato dalla prof.ssa Alfonsina Anagni.

L’evento, che si è svolto nella splendida cornice della Pineta, a due passi dal palazzo comunale, ha visto la partecipazione – oltreché della stessa prof.ssa Alfonsina Anagni – anche del sindaco Augusto Agostini; della prof.ssa Marilena Ciprani, dirigente scolastico dell’I.I.S. “G. Marconi”; del direttore dell’Archivio di Stato di Frosinone, dott. Giulio Bianchini.

Realizzato per lasciare una traccia tangibile della memoria degli anni della Grande Guerra, il libro “Acuto ricorda i suoi Caduti nella Prima Guerra Mondiale” è frutto di una approfondita, scrupolosa, precisa, circostanziata e dettagliata ricerca delle fonti, anche fotografiche, riguardanti i nomi e le storie dei Caduti acutini, perché non venissero dimenticati e perché venisse ribadita l’importanza della trasmissione della memoria storica alle giovani generazioni.

Anima e promotrice appassionata del progetto “La Grande Guerra” è la stessa prof.ssa Alfonsina Anagni, cui va il merito di aver realizzato – sempre nell’ambito dello stesso progetto – anche altre importanti attività, come ad esempio quello relativo alla realizzazione dell’opuscolo “La Grande Guerra: Centenario della Vittoria”, edito in collaborazione con il Comune di Anagni, o quello della pubblicazione degli atti del convegno, svoltosi il 24 maggio dello scorso anno, dal titolo “Grande Guerra: riflessioni, testimonianze, ricordi… per non dimenticare”.

“Una ricerca accurata per una pubblicazione che sarà per Acuto una fotografia unica dei Caduti di quella Guerra e non solo”, ha affermato il sindaco Augusto Agostini che per la pubblicazione del libro ha ringraziato affettuosamente la prof.ssa Alfonsina Anagni, la prof.ssa Marilena Ciprani, gli altri docenti e gli studenti dell’I.I.S. “G. Marconi” di Anagni che hanno collaborato; Assunta Perila, appassionata ricercatrice e curatrice, tra l’altro, della mostra “Autisi de ‘nà vota” che si è conclusa con successo nei giorni scorsi; Luca Angeli; Nino Piras e tutti coloro che hanno collaborato a questa straordinaria, importante e doverosa iniziativa.

articolo e foto: Ivan Quiselli