Nella serata di ieri, a Frosinone, il personale del N.O.R.M. – Sezione Radiomobile, nell’ambito dei predisposti servizi di controllo del territorio coordinati dal Comando Compagnia Carabinieri e finalizzati sia a contrastare la commissione dei reati in genere, (con particolare riguardo al contrasto dei reati predatori) che a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini, ha denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, una 21enne di etnia rom e residente nel Comune di Pofi, poiché resasi responsabile del reato di tentato furto aggravato.

Nello specifico, i militari operanti nel transitare in via Valle Fioretta, hanno sorpreso la giovane mentre cercava di allontanarsi da una abitazione dove qualche istante prima, utilizzando due grossi cacciaviti, aveva forzato una persiana ed infranto il vetro della finestra con l’intento di perpetrare un furto.

L’allarme, nel frattempo scattato, la costringeva a desistere ed ad allontanarsi dal luogo. Nei suoi confronti, inoltre, verrà avanzata proposta per l’applicazione della misura preventiva del rimpatrio con F.V.O., con divieto di far ritorno a Frosinone per tre anni.