Approvati i lavori di manutenzione straordinaria presso la piscina comunale. In particolare gli interventi riguarderanno il parziale rifacimento degli spogliatoi e dei servizi per utenti, pubblico e personale con l’aggiunta di appositi spazi dedicati a bambini e bambine oltre alla già esistente separazione tra spogliatoi maschili e femminili; la protezione con introspezione dell’accesso esterno agli spogliatoi; interventi strutturali di tipo leggero e protettivo; riparazione sulla copertura al fine di eliminare le infiltrazioni d’acqua sull’impianto natatorio; realizzazione di una nuova canalizzazione dell’aria nella zona ospitante la piscina così da risolvere la problematica inerente l’eccessiva presenza di cloro che può danneggiare alcune componenti della struttura; revisione della vetrata posta all’interno del volume della piscina.

“Gli impianti sportivi anagnini, mai “messi a sistema” tra loro, sono invece tenuti in gran conto dall’Amministrazione Natalia che punta a farne una vera e propria “cittadella dello sport” degna di una città importante come Anagni – fa sapere l’assessore allo Sport Jessica Chiarelli – la piscina comunale necessitava da anni di interventi importanti e finalmente abbiamo programmato i lavori che verranno realizzati. Nello specifico penso sia importante evidenziare che anche i bambini e le bambine disporranno di propri spogliatoi separati da quelli degli adulti, una conquista sociale per i bisogni dell’infanzia prima ancora che un lavoro di manutenzione. Sicuramente i grandi successi ottenuti dagli atleti anagnini nelle varie discipline natatorie ci hanno spinti a dare la giusta importanza alla piscina comunale ritenendo che, come già detto altre volte, senza i necessari servizi non si possono portare avanti grandi progetti“.

Sulla stessa linea d’onda il sindaco Daniele Natalia che dichiara: “anche sulla concezione degli impianti sportivi abbiamo voluto percorrere una strada diversa, fare un “cambio di passo” sostanziale che è quello del mantenimento d’uno status ottimale delle strutture. Prima con lo stadio ed ora con la piscina l’obiettivo è quello di dare, con il pragmatismo che ci contraddistingue, alla città servizi d’eccellenza. Siamo sulla strada giusto e sono già allo studio, insieme al consigliere subdelegato alla Manutenzione Alessandro Cardinali, altri interventi riguardanti gli impianti sportivi cittadini”.