Continua a creare apprensione e pure più di qualche preoccupazione la situazione relativa alle decine di immigrati ospitati nella struttura dell’ex hotel Daniel’s, poco fuori la città termale. Ieri l’altro – mercoledì 12 agosto – e ieri, infatti, un numero imprecisato di persone ospitate (molto probabilmente compreso tra sei e otto) sono infatti riusciti ad eludere la sorveglianza delle Forze dell’Ordine e a fuggire dalla struttura.

Di questi, ben cinque sono affetti da scabbia, malattia contagiosa della pelle dovuta all’acaro Sarcoptes scabiei, un parassita molto piccolo e di solito non direttamente visibile, che si inocula sotto la pelle del soggetto colpito provocando un intenso prurito allergico: oltre ai due dei giorni scorsi, infatti, altri tre ospiti della struttura sono risultati essere stati contagiati dalla malattia.

Solo due di questi sono stati riacciuffati dalla Polizia di Stato del Commissariato di Fiuggi coordinato dal dott. Sergio Vassalli; l’equipaggiamento degli agenti al momento del fermo, assicurano dall’ufficio del Capo di Gabinetto della Prefettura di Frosinone contattato da questa redazione, ha salvaguardato gli agenti dall’eventuale contagio dovuto al contatto fisico diretto con queste persone. In ogni caso, dopo l’operazione, si è proceduto ad una accurata sanificazione dell’auto di servizio a bordo della quale sono stati caricati i due immigrati e gli stessi agenti sono stati sottoposti a tutte le precauzioni del caso.

Per quanto riguarda, invece, il contagio da Sars-Cov19, la ASL di Frosinone ha segnalato che “i tamponi eseguiti sui migranti in isolamento presso l’albergo di Fiuggi sono tutti negativi“.

Intanto, continua la ricerca degli altri immigrati mancanti all’appello.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18.20, 14 AGOSTO 2020:
ieri sera altre sette persone sono riuscite a fuggire dalla struttura facendo perdere le proprie tracce; ad oggi restano nella struttura 23 persone dei 57 arrivati alcuni giorni fa.