la sede dei Carabinieri di Ferentino

A Ferentino, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, a conclusione di specifica attività info-investigativa intrapresa a seguito di un furto commesso in data 27 luglio all’interno di un noto esercizio pubblico sito in quel centro ha deferito in stato libertà alla competente Autorità Giudiziaria un 27enne del luogo (già gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio ed in materia di detenzione di sostanze stupefacenti), quale autore del furto.

Nello specifico, i militari – nel corso dell’attività investigativa – hanno raccolto univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti del giovane accertando che in data 27 luglio, approfittando di un momento di distrazione della proprietaria dell’esercizio pubblico, si impossessava della somma contante di 40 euro, custodita all’interno del registratore di cassa.

Sempre a Ferentino, il personale del N.O.R.M.- Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia di Anagni, nell’ambito di un predisposto servizio teso a prevenire ed eventualmente reprimere la commissione dei reati in genere nel territorio ferentinese, ha deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, un 29enne residente a Morolo, poiché resosi responsabile del reato di detenzione abusiva di armi o oggetti atti ad offendere.

Nello specifico, l’uomo, sottoposto ad un controllo, nel corso della successiva perquisizione, veniva trovato in possesso di un pugnale del genere proibito, lungo circa 20 centimetri, contestualmente sottoposto a sequestro.