Frosinone

Il Ministero della Sanità ha emanato, nei giorni scorsi, un bollettino inerente alle previsioni dei livelli di rischio per “Ondata di calore”, secondo il quale a Frosinone è previsto, per venerdì 31 luglio, un Livello di rischio 3 (Rosso), che indica condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute. Allo scopo di prevenire situazioni di criticità, soprattutto in riferimento alla parte di popolazione più vulnerabile, l’amministrazione Ottaviani, oltre ad invitare i cittadini ad evitare le uscite nelle ore più calde, mediante la Protezione civile comunale e il settore della Polizia Locale ha previsto la possibilità, per gli anziani e per i soggetti affetti da patologie cardiorespiratorie, di usufruire, nella giornata di venerdì 31 luglio, di un locale climatizzato all’interno della sede dei vigili urbani, in piazzale Europa.

Le persone che vorranno accedere agli spazi saranno sottoposte al controllo della temperatura corporea e saranno tenute a registrarsi, riempendo un modulo con i propri dati personali, che sarà conservato dagli uffici secondo le attuali disposizioni di legge. All’interno del locale, saranno, ovviamente, osservate tutte le prescrizioni sanitarie vigenti.

Le autorità consigliano di evitare l’esposizione diretta al sole e l’attività fisica intensa all’aria aperta nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00); evitare le zone particolarmente trafficate, ma anche i parchi e le aree verdi, dove si registrano alti valori di ozono, in particolare per bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti. Tra le diverse raccomandazioni da mettere in atto, è utile anche indossare indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali (es. cotone, lino), riparandosi la testa con un cappello leggero di colore chiaro, usando occhiali da sole e crema protettiva; bere liquidi e seguire una alimentazione leggera. Non lasciare persone non autosufficienti, bambini e anziani, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole; offri assistenza a persone a maggiore rischio e segnala ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento; in presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo contatta un medico. Info qui.