I Carabinieri del Comando Stazione di Veroli, a conclusione di specifica attività attività info-investigativa scaturita da una denuncia-querela presentata da una 25enne del luogo, ha deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un 43enne di Torre del Greco, in provincia di Napoli, già censito per reati analoghi, poiché resosi responsabile del reato di frode informatica.

Nello specifico, l’uomo lo scorso 13 febbraio, qualificandosi quale dipendente delle Poste Italiane, ha effettuato una telefonata sull’utenza della vittima alla quale richiedeva i dati della Postepay per poi sottrarle la somma di circa euro 1.700 che poi accreditava sulla propria Postepay.