Diverse ore di ritardo, ma alla fine – come annunciato in esclusiva su questo giornale – sono arrivati: 56 persone, quasi tutti di origini nord-africane, hanno fatto il loro ingresso, stasera – martedì 28 luglio – poco prima di mezzanotte, all’interno dell’ex hotel Daniel’s, sulla via Anticolana, a Fiuggi.

Motivi di ordine pubblico, questa la motivazione ufficiosa del ritardo: il timore, a quanto pare, era che dopo la pubblicazione della notizia sul nostro giornale dell’arrivo dei richiedenti asilo qualcuno poteva inscenare una manifestazione di protesta all’esterno dell’area di pertinenza della struttura.

Intanto, nel corso della giornata di oggi, numerose sono state le polemiche seguite alla pubblicazione della notizia da parte del nostro giornale. Il primo ad intervenire è stato il sindaco di Fiuggi, Alioska Baccarini. Ecco le sue parole:

“La notizia dell’arrivo di nuovi immigrati è giunta come un fulmine a ciel sereno. Il sottoscritto e la mia amministrazione comunale siamo stati informati soltanto questa mattina a seguito di una richiesta d’informazioni alle autorità di pubblica sicurezza locale”.

“Dalle prime ore di questa mattina ci siamo immediatamente attivati presso l’ASL di Frosinone, richiedendo il massimo rispetto del protocollo Covid19 e l’osservanza di tutte le misure igienico sanitarie.
Voglio ribadire con forza che questa amministrazione comunale, nel merito del proprie competenze, vigilerà sul rispetto delle normative in vigore in materia sanitaria a protezione della collettività e dei nostri ospiti.

A tal riguardo, sempre nella mattinata odierna, ho intrattenuto un dialogo con la prefettura di Frosinone, chiedendo per il futuro una maggiore attenzione per la Città di Fiuggi, in relazione alla vocazione della nostra economia prettamente turistica.

Vorrei altresì sottolineare come dall’inserimento della nostra amministrazione nel 2018, l’attenzione per l’aspetto immigrazione è stata sempre molto alta e si evince chiaramente dai numeri: due centri su tre chiusi e una diminuzione degli immigrati da 250 a 150. Attualmente i nuovi immigrati giunti Fiuggi sono 58 e prenderanno il posto dei 60 ospiti che hanno lasciato la struttura per essere ricollocati altrove. È bene sottolineare che la quarantena imposta è prevista dal protocollo ministeriale.

La città di Fiuggi è una località accogliente e lo sarà anche in futuro, ma le politiche governative sull’integrazione degli stranieri in Italia sono completamente fallimentari. Sarà nostra ferma intenzione tutelare al massimo l’immagine di Fiuggi, il lavoro di decine di aziende e gli investimenti futuri per il rilancio del territorio”.

PASQUALE CIACCIARELLI (Lega):

“Ancora una volta la citta’ termale di Fiuggi viene trattata da campo profughi del Lazio! La seconda citta’ della regione per posti letto, seconda solo alla capitale, si ritrova infatti, di nuovo, a dover accogliere immigrati. Ne stanno arrivando 60 da Lampedusa. Zingaretti e Conte hanno davvero perso il contatto con la realta’! Con un’epidemia ancora in corso trasferiscono clandestini, di cui non sappiamo nulla, in una delle citta’ piu’ frequentate della nostra provincia, che dovrebbe balzare alle cronache nazionali come meta turistica e non come campo profughi! Si tratta, oltre che di un danno d’immagine, anche di estrema gravita’ sanitaria e sociale.”

“Queste persone non scappano dalla guerra ma la portano in casa nostra, minando la sicurezza e la tranquillita’ dei cittadini. Senza contare che con il covid-19 che ancora serpeggia nel mondo, e che si sta diffondendo sempre piu’ in Africa, molti degli immigrati sbarcati sono risultati positivi al tampone. Pertanto effettuare tutti questi trasferimenti nelle altre regioni italiane e’ da scellerati! Zingaretti e Conte devono lavorare per riempire gli hotel di Fiuggi di turisti non di immigrati potenzialmente infetti! On. Battisti, se ci sei, batti un colpo…”.

LA REPLICA DI SARA BATTISTI (Partito Democratico):

“Il Consigliere Ciacciarelli ha evidentemente una nuova ossessione: produrre un comunicato stampa al giorno disquisendo sullo scibile umano.
Oggi attacca Zingaretti in merito alla notizia relativa l’arrivo di migranti provenienti da Lampedusa a Fiuggi, additandolo come responsabile.
Forse il Consigliere Ciacciarelli non conosce la normativa in materia, dato che gli esseri umani, perché di questo si parla, che sbarcano sulle nostre coste vengono accolti su tutto il territorio nazionale di concerto con i Ministeri competenti e le Prefetture.
Infatti da questa mattina, prima dell’irresponsabile comunicato “acchiappa” like di Ciacciarelli, ho avuto modo di sentire il Prefetto Dott. Portelli e il Sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini, il quale a sua volta sta monitorando la situazione ed è da stamane in contatto con la ASL.
Va specificato che i 78 migranti già presenti nella struttura verranno collocati altrove e saranno all’incirca 60 quelli che verranno ospitati.
Tra le altre cose, non si tratta di casi Covid accertati e, come da protocollo, tutti gli ospiti verranno prima sottoposti ai controlli sanitari e poi, comunque, osserveranno la quarantena”.

“Noi teniamo alla città di Fiuggi, per questa ragione ho espresso già preoccupazione per una decisione appresa dai giornali stamane e mi sono messa a disposizione dell’amministrazione comunale per capire come agire nell’interesse collettivo. Il lavoro della Giunta Zingaretti per Fiuggi è evidente e sotto gli occhi di tutti, proprio qualche giorno fa si è tenuto un incontro per definire il percorso da intraprendere per la privatizzazione di ATF nel quale si è ribadita la volontà di porre l’accento su tutte le scelte strategiche da compiere in merito alle questioni che riguardano la cittadina termale. Ciacciarelli da Presidente della Commissione Turismo, non ha prodotto nulla per la nostra bellissima Fiuggi e si arroga il diritto di dare lezioni. Anche stavolta perde l’occasione per tacere strumentalizzando una situazione delicata”.

DANIELE MAURA (Fratelli d’Italia):

“Apprendiamo che in queste ore, nella nostra Provincia, sono in arrivo un centinaio immigrati appena sbarcati in Sicilia, pronti per essere ospitati in strutture tra Fiuggi e Sora. E’ giunta l’ora di dire basta all’arrivo di profughi nella nostra provincia”.

Chiaro e netto il messaggio del presidente del consiglio Provinciale e capogruppo di Fratelli d’Italia Daniele Maura.
L’emergenza profughi, vista la gestione del governo e della regione investirà sempre più pesantemente anche la provincia di Frosinone e potrebbe diventare un problema di grave attualità. “La nostra provincia ha già dimostrato di essere una provincia ospitale e solidale accogliendo e integrando, in questi ultimi ultimi anni, decine di migliaia di immigrati.
Immigrati ai quali spesso sono stati riconosciuti diritti e benefici di cui non hanno mai goduto nemmeno gli Italiani.
La nostra Provincia ha accolto più volte ondate di immigrati scesi dai barconi, ma ora non possiamo più permertecelo. L’esodo di centinaia di migliaia di migranti non può essere di certo risolto aprendo le frontiere italiane e accogliendo tutti indistintamente, senza regole e senza controlli!
Questo problema sta toccando sempre più anche la nostra amata Ciociaria e occorre prendere una posizione netta prima che si creino problemi seri. La gente è stanca, esasperata, senza lavoro, i sindaci vengono lasciati soli e magari costretti ad accogliere senza neanche un preavviso centinaia di profughi senza strutture adeguate né personale.
Vengono “spediti” immigrati senza nemmeno utilizzare il criterio della proporzionalità rispetto alla popolazione locale. Non si trovano i soldi per pagare la cassa integrazione mentre si trovano 42 euro al giorno per ogni immigrato ospitato!”. Si parla tanto di rilancio turistico della Ciociaria e poi si continua a far arrivare in una città termale come Fiuggi centinaia di immigrati.
In un periodo di crisi post covid come quello attuale, i fondi andrebbero usati per la nostra gente e per creare occasioni di lavoro non certo per arricchire il business dell’immigrazione.