l'entrata principale dello stabilimento Marangoni, sulla via Anticolana

E’ stata fissata per il 29 settembre prossimo l’udienza preliminare nel procedimento penale a carico di sei imputati facenti parte dei vertici della Marangoni Tyres per diversi reati, tra i quali lesioni ed omicidio colposo.

Il procedimento vede coinvolte, ad oggi, ben 56 persone offese, alcune delle quali assistite dagli avvocati Alessia Maggi e Angelo Galanti dello studio legale omonimo con sede ad Anagni, che in udienza camerale hanno insistito per il rigetto della richiesta di archiviazione avanzata dal Pubblico Ministero.

All’esito dell’udienza il giudice per le indagini preliminari disponeva la prosecuzione delle indagini che è stata proficua, poiché ad oggi la determinazione del P.M. è di segno diametralmente opposto.

“Sarà nostra premura – spiegano i due legali Maggi e Galanti – continuare ad assistere le parti offese per ottenere la punizione dei responsabili e mediante la costituzione di parte civile il giusto ristoro dei danni patrimoniali e non sofferti dalle persone che vivono nelle immediate vicinanze del sito industriale, le quali per anni non hanno potuto coltivare i loro terreni siti nella zona adiacente al plesso industriale ed ancor più grave, purtroppo, a quelle persone che hanno riportato malattie gravissime che alcune volte hanno avuto esiti infausti a causa dell’inquinamento presente in zona“.