Anagni ancora in prima linea nella lotta alla diffusione del coronavirus; oltre a Catalent, ex Bristol Myerss Squibb, infatti, anche lo stabilimento Sanofi, con sede in località Volcanello, periferia della città, svolgerà un ruolo fondamentale per quanto riguarda l’avvio della produzione commerciale del vaccino contro il Covid 19.

Come annunciato qualche settimana fa dal nostro giornale, infatti, quello di Anagni sarà il primo stabilimento Sanofi in Europa ad avviare la produzione commerciale. “Sanofi, come altre società farmaceutiche, sta lavorando alacremente per sviluppare un vaccino sicuro ed affidabile contro il Sars-Covid 19, ormai diffuso a livello di pandemia mondiale“, è scritto in una nota firmata dalla direzione aziendale. Ed è in questo scenario che lo stabilimento di località Volcanello è stato scelto per supportare Sanofi-Pasteur nella produzione del vaccino per quanto riguarda le fasi di “fill&finish” e confezionamento.

“Il progetto sarà una corsa contro il tempo, visto che dovremo essere in grado di produrre i media-fill ed i lotti di process validation a partire da novembre di quest’anno“, è scritto ancora nella nota.

In questi giorni si stanno già emettendo gli ordini per le macchine, i formati ed i materiali per assicurare che tutto sia pronto per lo start-up tecnico a partire da settembre.