L’emergenza coronavirus non ha fermato la generosità dei donatori di sangue pigliesi che hanno risposto numerosi ad un’ammirevole gara di solidarietà, nella mattinata di sabato 18 luglio nella sala Polivalente del palazzo comunale di Piglio.

I 62 volontari hanno contribuito ad arricchire con altrettanti flaconi la preziosa raccolta che servirà ad alleviare le sofferenze di tanti piccoli malati dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il prelievo di sangue è stato effettuato alla presenza di quattro medici che hanno accertato il reale stato d’idoneità dei soci alla donazione per garantire l’integrità fisica in osservanza delle disposizioni di legge previste a favore dei donatori, quattro infermiere, di due autisti e due autombulanze.

Il paese di Piglio è orgoglioso di annoverare tra i suoi cittadini un gruppo così numeroso che compie atti encomiabili di solidarietà e di senso civico. Il sangue è indispensabile: assicura l’esecuzione di interventi chirurgici e permette di far fronte a numerose patologie, garantisce pertanto una vita più lunga e migliore. Il fabbisogno di sangue è costante e vi è maggior carenza nei mesi estivi.

L’unica fonte che si ha a disposizione per avere sangue è la donazione, poiché il sangue non può essere creato in maniera artificiale. Il donatore trascorre poco più di un’ora presso il centro Polivalente in cui dona, ma la donazione dura solo 10 minuti e avviene in un luogo sicuro e con le dovute precauzioni: è indolore, semplice, volontaria e sicura, perché tutela la salute del donatore e del ricevente.

È pertanto importante che chi è idoneo alla donazione compia tale gesto di solidarietà. Un ringraziamento a tutto il personale sanitario e a tutti i donatori.
La 59ma donazione avverrà a Piglio domenica 2 agosto, stessa ora e stesso luogo.

articolo e foto di Giorgio Alessandro Pacetti