Proseguono con successo le attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Comando provinciale di Frosinone coordinato dal col. Fabio Cagnazzo. Nelle ultime ore, a Veroli, i militari della locale Stazione – in collaborazione con quelli di Fontana Liri – hanno deferito in stato di libertà per furto, un 40enne (già censito per reati contro la persona e la pubblica amministrazione) ed una 35enne, entrambi di Fontana Liri.

L’attività di indagine è stata intrapresa dai Carabinieri a seguito della denuncia di furto presentata lo scorso 17 luglio dal dipendente di una stazione di servizio ubicata a Castelmassimo, circa un ammanco di denaro sulla scheda carburanti in suo possesso, dimenticata all’interno della colonnina del distributore automatico. Dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza presenti nell’area di servizio, i militari operanti sono riusciti ad identificare e denunciare i prevenuti i quali in possesso della scheda carburanti avevano effettuato dei rifornimenti.

Ad Alatri, i militari dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, hanno deferito in stato di libertà per lesioni personali, un 44enne (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio); un 35enne (già censito per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti) ed un 18enne, tutti del luogo.

I tre, appartenenti allo stesso nucleo familiare, a seguito di discussione avvenuta per futili motivi riconducibili verosimilmente a questioni economiche, hanno colpito con calci e pugni un 58enne (imprenditore ed ex datore di lavoro del 35enne) e suo figlio 26enne, entrambi del luogo. I malcapitati soccorsi dal personale del 118 sono stati trasportati presso il locale nosocomio e dopo le cure del caso sono stati dimessi rispettivamente con 15 e trenta giorni di prognosi.