Nel corso della giornata di ieri – venerdì 17 luglio – il personale dipendente del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Anagni, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio nel Comune di Ferentino teso a contrastare la commissione dei reati in genere, ha denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria due persone poiché resesi responsabili di detenzione abusiva di armi o oggetti atti ad offendere.

Nello specifico si tratta di un 36enne residente ad Anagni (già gravato da vicende penali in materia di detenzione di sostanze stupefacenti) poiché, sorpreso alla guida della propria autovettura con a bordo un giovane 30enne residente a Frosinone (e già gravato da vicende penali per reati contro la persona ed il patrimonio) e sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello del genere proibito, lungo circa 16 cm e di una mazza da baseball della lunghezza di circa 60 cm, il tutto sottoposto contestualmente sotto sequestro.

Inoltre, a seguito dei previsti accertamenti il deferito risultava che era alla guida del veicolo nonostante gli era stata in precedenza sospesa la patente di guida: per tale motivo, l’ uomo è stato altresì sanzionato amministrativamente. Nei confronti di entrambi, ricorrendone i presupposti di legge, è stata inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno nel Comune di Ferentino per tre anni.

Sempre durante gli stessi controlli, anche un 43enne del luogo (già gravato da vicende in materia di detenzione di sostanze stupefacenti) è stato denunciato poiché, fermato e controllato mentre era alla guida di un’autovettura e sottoposto poi a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di circa 19 cm, del quale non forniva plausibili giustificazioni sul possesso. Quanto rinvenuto veniva contestualmente sottoposto a sequestro.