Nella notte tra domenica e lunedì, a Veroli, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Alatri, nel corso di un servizio perlustrativo di controllo del territorio, hanno arrestato P.D., 35enne del posto, resosi responsabile del reato di evasione. L’uomo, già censito per stupefacenti e reati contro il patrimonio e la persona, dal giugno scorso era sottoposto agli arresti domiciliari per aver commesso maltrattamenti ed atti persecutori nei confronti della sua ex compagna. I militari operanti, a seguito di controllo, hanno verificato che l’uomo non era presente presso il luogo in cui era sottoposto agli arresti domiciliari in quanto allontanatosi arbitrariamente. A seguito di accertamenti effettuati i Carabinieri hanno rintracciato il 35enne poco dopo, procedendo al suo arresto. P.D., come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato nuovamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Nella giornata di ieri – ad Alatri – i militari della locale Stazione, a seguito di attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà un 67enne del posto per lesioni personali. L’anziano nel pomeriggio di sabato, nel centro storico della città saturna, a seguito di un diverbio per futili motivi aveva spintonato una sua vicina 81enne, facendola rovinare a terra. La donna soccorsa dal personale del 118 intervenuto sul posto è stata trasportata presso l’Ospedale di Alatri ove veniva refertata con numerose fratture, con prognosi di giorni 30. I Carabinieri, subito giunti sul posto, hanno individuato l’autore del gesto grazie alle varie testimonianze ivi raccolte.

Nel pomeriggio di ieri a Filettino i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito per inosservanza dell’ordine dell’autorità un 61enne del luogo, già censito per diffamazione, furto, abusi edilizi ed avvisato orale e suo figlio 25enne. I militari hanno individuato i due in un’area interdetta all’accesso di persone e veicoli denominata “zona artigianale”, pertanto sono stati fermati e deferiti per inosservanza delle ordinanze emesse dal sindaco di Filettino che ne vietava l’accesso.