Giovanni Ciccotti

Dall’introduzione dei caratteri mobili in Europa nel 1455, ad opera di Johannes Gutemberg, orafo e tipografo tedesco, la stampa ha attraversato i secoli in un affascinante percorso di innovazione che ha toccato sia i processi di lavorazione sia i macchinari.

Il modo migliore per conoscere da vicino la storia della stampa è quello di visitare il museo che della Stampa che verrà inaugurato il prossimo 11 luglio ad Anagni in vicolo Cellacchio, nella piccola ed antica cantina di proprietà del signor Giovanni Ciccotti che raccoglierà e racconterà l’evoluzione delle tecniche utilizzate in passato.

“Il museo è intitolato alla famiglia Natalia che proprio a due passi da qui, lungo corso Vittorio Emanuele, ha gestito una importante tipografia della quale, tra l’altro, per tanti anni sono stato dipendente”, commenta il signor Giovanni Ciccotti, promotore del progetto.

“La sala – aggiunge – è organizzata in un breve percorso logico che ricalca la sequenzialità delle fasi di lavorazione di una tipografia: i caratteri di stampa, la composizione, la stampa, la legatoria.
Le attrezzature tipografiche esposte nel museo sono ancora perfettamente funzionanti e durante le visite è possibile assistere a dimostrazioni. Una sezione è dedicata all’editoria storica con tanti manifesti riguardanti proprio la città di Anagni“.

L’inaugurazione del museo del signor Giovanni Ciccotti si terrà al civico 18 di vicolo Cellacchio, nelle vicinanze di piazza M. D’Azeglio, a partire dalle ore 18.00. A seguire, il museo sarà aperto ad ingresso gratuito tutti i fine settimana – sabato e domenica – di pomeriggio e, su richiesta, anche di mattina; per informazioni ci si può rivolgere a questo numero di telefono: 3385491695.