Uno dei luoghi/simbolo del quartiere periferico di San Filippo torna a splendere di nuovo grazie all’impegno dei cittadini volontari; parliamo della fontana di “Piscicareglio”, anche conosciuta come la fontana della “Ciociarina” per via della presenza – fino a qualche anno fa – di una bellissima placca in bronzo realizzata dall’artista anagnina Egidio Ambrosetti, raffigurante – appunto – una ragazza ciociara intenta a raccogliere l’acqua.

La placca, anni fa, è stata rubata e la fontana – purtroppo – è caduta nel degrado, ricoprendosi di rovi infestanti e sterpaglie e finendo nel dimenticatoio (foto sopra). A strapparla al degrado ci hanno pensato i volontari dell’associazione “San Filippo Terra Nostra”: hanno liberato lo spazio intorno alla fontana che adesso è accessibile, raccolto i rifiuti abbandonati e ripulito l’area armati di guanti, pale e rastrelli e lavorando per ore prima di vedere i frutti della loro fatica. Un lavoro di gruppo perfettamente riuscito, grazie anche al supporto tecnico di Vartec srl, azienda di proprietà della famiglia De Santis che ha messo a disposizione gli utensili e le attrezzature per lo svolgimento dei lavori.

L’impegno dell’associazione, hanno assicurato i diretti interessati, non finirà qui: “il nostro territorio è ricco di splendide bellezze naturali che vanno preservate e valorizzate”, hanno affermato i membri di “San Filippo Terra Nostra” che hanno ricevuto, per quanto fatto, anche il plauso del primo cittadino Daniele Natalia.