La Giunta comunale di Anagni presieduta dal sindaco Daniele Natalia, su proposta degli assessori al Commercio Floriana Retarvi ed all’Urbanistica Vittorio D’Ercole, ha approvato le nuove disposizioni e modalità straordinarie per la regolamentazione dell’occupazione di suolo pubblico che saranno valide fino al prossimo 31 ottobre 2020.

Tra le novità importanti – si legge in una nota inviata a questa redazione – ci sono l’esenzione dal pagamento della tassa d’occupazione del suolo pubblico per le attività commerciali di somministrazione di cibi e bevande e per i pubblici esercizi e la liberalizzazione sia delle procedure burocratiche sia degli spazi da poter occupare.

“L’emergenza Covid-19 ha messo l’amministrazione comunale di fronte ad una grande sfida perché la necessità di aiutare le attività commerciali a ripartire s’è fatta impellente – spiega l’assessore al Commercio Floriana Retarvi – questo è il motivo politico che ha spinto l’amministrazione a varare detti provvedimenti: la concessione dell’utilizzo di tutte le aree disponibili al fine di destinarle ad occupazioni con tavolini, sedie e dehors; la deroga temporanea, ove possibile, alle limitazioni di superficie occupabile per un massimo di 70 metri quadrati; l’utilizzo di specifici dissuasori nel centro storico ad opera del Comando di Polizia Locale per limitare la circolazione cosicché le occupazioni di suolo pubblico possano avvenire in tutta sicurezza; la sospensione del pagamento della tassa d’occupazione di suolo pubblico (TOSAP) fino al 31 ottobre 2020 fatte salve ulteriori forme d’agevolazione e sostegno alle attività commerciali che l’Amministrazione voglia mettere in campo per il prossimo futuro”.

Stiamo lavorando per la ripartenza economica della città – ha aggiunto il sindaco Daniele Natalia – con l’estate alle porte la liberalizzazione e la sburocratizzazione del settore commerciale non erano provvedimenti rimandabili. Oggi dare sostegno ai commercianti e favorire il rilancio economico non sono slogan e parole vuote ma azioni di valenza politica concreta come questa delibera di Giunta ed i nuovi orari della ZTL dimostrano. La nostra Amministrazione lavora per la città e, dopo aver gestito l’emergenza, è tempo di sostenere la ripartenza con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione. I commercianti non verranno lasciati soli perché sono loro a dare vitalità alla nostra città”.