Guerra aperta ai maleducati del sabato sera – prevalentemente giovani ma non solo – che, come raccontato nel nostro articolo pubblicato la scorsa domenica, sporcano, disturbano, e provocano danni nei vicoli, nelle piazze, nei parcheggi del centro storico di Anagni: il sindaco di Anagni Daniele Natalia prova a dare una stretta alla “movida maleducata” che sempre più, ultimamente, crea situazioni imbarazzanti e dà un’immagine squallida della città a turisti e residenti.

“Ricordo che già due settimane fa si verificarono spiacevoli episodi al Parco della Rimembranza ed i responsabili furono individuati grazie al sistema di videosorveglianza e la Polizia Locale sta emettendo i verbali di sanzione – scrive il sindaco su Facebook – ove ci sono telecamere si interviene sempre tempestivamente perché il centro storico va salvaguardato dagli eccessi di qualcuno che non è capace di divertirsi in modo civile“.

Aggiunge, poi, il primo cittadino: “abbiamo e continueremo ad avere tolleranza zero nei confronti dei vandali e dei maleducati: allo studio c’è la possibilità di vietare con una apposita ordinanza la somministrazione di alcolici dopo la mezzanotte oltre ad una intensificazione dei controlli delle Forze dell’Ordine. Non voglio essere un “sindaco sceriffo” ma credo che sia fondamentale garantire la vivibilità del centro storico intervenendo con rigore”.

Il sindaco conclude affermando quanto segue: “come Amministrazione non siamo indifferenti alla questione movida, interverremo con gli strumenti che la legge ci mette a disposizione, non possiamo però supplire alla mancanza d’educazione, all’assenza delle famiglie come alla disobbedienza dei figli. Chiaramente non è facendo sfregio dei vicoli del centro storico che si aiutano la città e le sue attività commerciali a ripartire, alla mancanza di senso civico risponderemo con i dovuti provvedimenti”.