Home Cronaca Ucciso da un fulmine mentre sta pescando sul lago di Bolsena

Ucciso da un fulmine mentre sta pescando sul lago di Bolsena

spaventatissimo ma illeso il 38enne di Alatri che era con lui sulla barca

un tratto del lago di Bolsena

Un uomo di 36 anni è morto folgorato dopo che un fulmine ha colpito la sua canna da pesca in carbonio; l’incidente si è verificato ieri sul lago di Bolsena, in territorio di Gradoli e in corrispondenza della porzione di acqua del campeggio di Vallegara. L’uomo – Gianni Rizzo di Rovigo – si trovava su una barca assieme ad un collega 38enne di Alatri che è rimasto scosso, ma per fortuna è uscito illeso dall’incidente.

Gianni Rizzo, la vittima

Sul posto sono immediatamente arrivati i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e il personale del 118 con una eliambulanza ma per l’uomo non c’è stato niente da fare. Il ciociaro presente sulla barca è stato trasportato all’ospedale di Belcolle: era molto spaventato ma in condizioni fisiche non gravi.

Rizzo era un volto conosciuto nel mondo della pesca sportiva, vincitore di premi internazionali e la sua passione era divenuta anche un lavoro visto che era un imprenditore nel settore della pesca con l’azienda T3 distribution, importatore e distributore per l’Italia dei prodotti St. Croix, Black Flagg, Damiki, Duo, Keitech, Lew’s, TOW, Valkein, Vanfook, Frogg Toggs.