Sacchetti contenenti calcinacci, barattoli di vernice vuoti e gocciolanti, altri scarti di materiale proveniente da lavorazioni edili: il tutto abbandonato, con spregio verso ogni regola di convivenza civile e di rispetto dell’ambiente, in un’area verde lungo la strada statale Prenestina, nel territorio compreso tra Anagni e Fiuggi.

Non c’è pace per la Natura e il fascino nei boschi ciociari a causa dell’inciviltà di persone che, non avendo a cuore l’ambiente e in barba al senso civico, continuano ad invadere di spazzatura e qualsiasi tipo di rifiuti tanti paesi del territorio del nord della provincia.

A segnalare l’ennesimo scempio – questa mattina – il sindaco di Acuto Augusto Agostini, da sempre impegnato a sensibilizzare tutta la comunità ad avere rispetto per l’ambiente circostante; anche stavolta trovare gli autori di questo infame gesto non sarà cosa facile: il reato per l’abbandono di rifiuti è regolato dall’articolo 192 (divieto di abbandono) e dall’articolo 256 (attività di gestione di rifiuti non autorizzata) previste dal decreto legislativo n. 152 del 2006.