Daniele Natalia, sindaco di Anagni

La presentazione del logo del Consorzio Frosinone Alta Velocità da parte del sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani ha aperto un nuovo fronte nella riflessione politica sul futuro dello sviluppo della Ciociaria.

Di seguito riportiamo le parole del primo cittadino di Anagni, inviate a questa redazione dall’ufficio stampa del Comune di Anagni:«l’iniziativa di Nicola Ottaviani si sposa perfettamente con l’idea che ho sempre portato avanti e che era scritta anche nel programma elettorale del “Patto con la Città” nel 2018: la vicinanza con Roma è un’opportunità per la Provincia di Frosinone e non un limite.

Anagni rappresenta a livello nazionale un polo della logistica, della meccanica avanzata, dell’industria di precisione, dell’aerospazio e dell’industria farmaceutica, dunque un’eccellenza produttiva tutta italiana che fa dell’area nord della Ciociaria uno dei baricentri dell’economia laziale. Sicuramente un elemento da tener presente nell’ambito dei nuovi assetti che si determineranno anche con la costruzione delle fermate TAV.

Anagni in questo contesto, considerata la presenza sul suo territorio di un casello autostradale, di una stazione ferroviaria che funziona da snodo lungo la linea Roma-Cassino e soprattutto l’esistenza di 187 ettari di terreno di proprietà comunale (l’ex polveriera ndr) interessato oggi dai sopralluoghi per la futura bonifica, può giocare un ruolo di primo ordine».

Non solo le industrie rientrano però nel discorso del primo cittadino anagnino che spiega: «Con i suoi monumenti ed il suo patrimonio artistico-culturale Anagni rappresenta un polo anche per il turismo e l’industria culturale per la Ciociaria e per tutta la Regione Lazio. Le trasformazioni del turismo e della percezione del territorio devono essere prima comprese e poi sfruttate dai decisori politici; è compito degli amministratori avere una visione completa dell’economia circolare che sappia coniugare sviluppo industriale, garanzie ambientali e sviluppo turistico in un’ottica di fattiva e proficua partnership con i Comuni vicini come appunto Frosinone, Ferentino e Fiuggi con le loro specificità».

Il sindaco di Anagni Daniele Natalia lancia quindi una proposta: «Il sindaco Ottaviani ha avuto un’intuizione con la costituzione del Consorzio Frosinone Alta Velocità, ora propongo a Nicola ed agli altri colleghi sindaci di fare un passo in più, di mettere a sistema l’idea del Consorzio dando la possibilità a tutti i Comuni dell’area nord di partecipare con proposte e risorse.

Il nostro territorio è altamente competitivo, è un punto di riferimento per la Capitale e contemporaneamente guarda a Roma per l’opportunità di aprire nuovi mercati. Dal punto di vista economico-produttivo bisogna ragionare su questo e, contemporaneamente, pensare che a livello politico la Provincia di Frosinone può affrancarsi dalla sua strutturale debolezza solo con iniziative innovative che mettano al centro delle dinamiche di alto livello questo territorio. La fase post-Covid ci mette di fronte ad una sfida che non esiterei a definire storica per la nostra Provincia, sfruttiamo da “pionieri” questa opportunità oggi per non restare indietro domani».