la cattedrale di santa Maria Annunziata di Anagni, foto di Nicola Del Gaiso

Carissimi, il ritorno alle celebrazioni liturgiche con il popolo (dal 18 maggio u.s.) ci permette di poter celebrare – anche se in un momento inconsueto – la Messa crismale. Da qualche anno essa rappresenta uno degli appuntamenti più luminosi e attesi dalle Diocesi. Sicuramente lo è stato lo è per la nostra. E’ la festa del sacerdozio unico e intramontabile di Cristo, da cui scaturiscono il sacerdozio battesimale di tutti i fedeli e il sacerdozio ministeriale.

mons. Lorenzo Loppa, vescovo della Diocesi di Anagni/Alatri

Invece di celebrarla a ridosso del Triduo pasquale, quest’anno la celebriamo nei giorni immediatamente precedenti la solennità di Pentecoste.  Vi aspetto, allora, in Cattedrale giovedì 28 maggio, alle ore 18.00.
Secondo il protocollo attuale per il contenimento e la gestione del contagio da Covid-19, anche per le celebrazioni della fede dobbiamo limitare i numeri. Di conseguenza chiamo all’appello tutto il Presbiterio, i Responsabili degli Uffici della nostra Diocesi e i membri del Consiglio pastorale diocesano.

Possiamo costituire in questi termini un’assemblea rappresentativa di tutto il popolo di Dio, di tutto il territorio e delle situazioni di vita. Chi non può partecipare di persona all’evento potrà seguirlo in diretta sulla pagina Facebook di Anagni-Alatri Uno o sulla pagina di YouTube Diocesi di Anagni-Alatri o su Teleuniverso, canale 16. Un caro saluto a Voi che parteciperete direttamente e a tutti indistintamente. Continuiamo a vivere questo tempo difficile e prezioso con responsabilità, pazienza, prudenza, rispetto delle regole e attenzione. Con l’augurio che, nella consapevolezza della nostra fragilità, possiamo continuamente trasformare le nostre paure in un di più di solidarietà verso tutti e di apertura nella preghiera verso Colui che non ci abbandonerà mai. Un abbraccio.

Lorenzo Loppa, vescovo della diocesi di Alatri/Anagni