Nell’ambito della rimodulazione degli studi con le lezioni a distanza, è stato riavviato il ciclo di incontri con gli studenti effettuati dal decennale accordo sul progetto “Educazione alla legalità”, annualmente rinnovato tra il Ministero dell’Istruzione ed il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, iniziato a settembre e poi sospeso per l’emergenza sanitaria, grazie all’interesse dei dirigenti scolastici degli Istituti di Istruzione del comprensorio.

Questa mattina il capitano Matteo Demartis, Comandante della Compagnia Carabinieri di Anagni, il Tenente Angelo Marrocco, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della stessa Compagnia e il Maresciallo Verrillo in servizio presso il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Latina, hanno tenuto una conferenza organizzata con gli studenti/docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Martino Filetico” di Ferentino.

All’iniziativa nello specifico hanno partecipato 100 studenti ed i docenti dell’Istituto di Ferentino. Gli Ufficiali hanno fornito notizie sull’organizzazione dell’Arma dei Carabinieri e sulla possibilità di ricevere informazioni anche dal sito istituzionale www.carabinieri.it., dove trovano spazio argomenti quali il bullismo, il cyber bullismo e nozioni sulla pirateria informatica. Il Comandante della Compagnia Carabinieri di Anagni ha posto all’attenzione della platea virtuale tre argomenti importanti e connessi al maggior ricorso al web determinato dalla particolare situazione emergenziale in atto: i diritti nel web, il Cyber bullismo e la dipendenza dalla rete.

Nel corso della videoconferenza si è approfondita la tematica concernente l’attuale emergenza dovuta al Coronavirus, con l’ausilio del personale del N.A.S. di Latina che ha relazionato in particolare sui sistemi di autocontrollo igienico-sanitari, sull’assistenza sanitaria e sulle recenti disposizioni per la riapertura delle attività.

Gli studenti ed i docenti hanno apprezzato l’iniziativa con enorme entusiasmo, formulando domande ed interfacciandosi con i relatori, trascorrendo una lezione che sicuramente ha permesso di avvicinare ancor di più le nuove generazioni all’Arma dei Carabinieri. L’incontro si è concluso con l’auspicio di un nuovo incontro durante il prossimo anno scolastico tra i banchi di scuola.