Alle prime luci dell’alba, a Sora, i militari del locale Comando Compagnia hanno tratto in arresto un 38enne sorano, disoccupato, già gravato da vicende penali per furto, estorsione, minacce, droga, lesioni, truffa, resistenza in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Cassino in data 25 luglio scorso; l’uomo deve espiare la pena di tre anni e cinque mesi di reclusione a seguito dei reati di rapina ed estorsione in concorso, commessi a Sora alcuni anni fa quando sottrasse dei cavalli ad una persona del luogo.

“Da diverso tempo – si legge in una nota inviata a questa redazione – i militari della Compagnia tenevano sotto osservazione alcune residenze nella zona, dentro e fuori il Comune di Sora ponendo in essere anche numerosi servizi di appiattamento e pedinamento”.

Difatti, questa mattina, alle prime luci dell’alba, a seguito di tali attività di monitoraggio ed avuta la certezza della possibile presenza dell’uomo nell’abitazione paterna i militari hanno deciso di intervenire ed, una volta cinturata l’abitazione e bloccate tutte le probabili vie di fuga, il personale operante ha proceduto ad entrare nell’abitazione.

Nel corso della scrupolosa perquisizione, l’uomo è stato trovato dietro un armadio ove aveva tentato di nascondersi invano. E’ stato quindi tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Cassino ove dovrà scontare la pena inflitta e dalla quale aveva cercato in questi mesi di sottrarsi.