Con le accuse di maltrattamenti in famiglia ed alterazione di armi, un 32enne residente a Ferentino è stato denunciato dai Carabinieri della locale stazione coordinata dal mar. Raffaele Alborino; l’uomo, stando a quanto accertato dagli stessi militari, nel corso di una lite scaturita per futili motivi con il padre, lo ha aggredito procurandogli ferite agli arti superiori, non refertate per il rifiuto dell’uomo di fare ricorso alle cure dei sanitari.

Nel corso dell’ispezione eseguita all’interno della camera del giovane i militari hanno rinvenuto una pistola scacciacani e tracce di sostanza stupefacente; il tutto è stato sottoposto a sequestro. Nella circostanza anche la madre accusava un malore rifiutando le cure dei sanitari. L’uomo è stato anche segnalato alla Prefettura – Ufficio territoriale del Governo per uso personale non terapeutico di sostanza stupefacente.